Ultime segnalazioni

Il rumore dei tuoi passi


Genere: Narrativa contemporanea 

Autore: Valentina D'urbano 

In un luogo fatto di polvere, dove ogni cosa ha un soprannome, dove il quartiere in cui sono nati e cresciuti è chiamato «la Fortezza», Beatrice e Alfredo sono per tutti «i gemelli». I due però non hanno in comune il sangue, ma qualcosa di più profondo. 
A legarli è un'amicizia ruvida come l'intonaco sbrecciato dei palazzi in cui abitano, nata quando erano bambini e sopravvissuta a tutto ciò che di oscuro la vita può regalare. Un'amicizia che cresce con loro fino a diventare un amore selvaggio, graffiante come vetro spezzato, delicato e luminoso come un girasole. Un amore nato nonostante tutto e tutti, nonostante loro stessi per primi. Ma alle soglie dei vent'anni, la voce di Beatrice è stanca e strozzata. E il cuore fragile di Alfredo ha perso i suoi colori. Perché tutto sta per cambiare. 
Un romanzo d'esordio intenso e bruciante. Una voce narrante che rimarrà a lungo nella mente e nel cuore dei lettori.

Bonne soirée mes amis! Eccoci qui per una nuova recensione! Dopo la lettura di Colleen Hoover avevo bisogno di qualcosa che mi distraesse dalla corrente di passione travolgente alla quale mi ero abbandonata. Per la scelta del libro mi sono lasciata convincere da una mia cara amica che ha recentemente letto “Il rumore dei tuoi passi” romanzo d'esordio di Valentina d'urbano, pubblicato il 10 Maggio nel lontano 2012, dalla casa editrice Longanesi. Leggendo la trama non si riesce ad entrare veramente nell'ambiente che la scrittrice vuole descrivere e sembra solo l'ennesima storia di due ragazzi che sono nati in un luogo dimenticato da Dio, ma che finiscono per odiarsi talmente tanto, da amarsi. Prima di intraprendere la mia nuova avventura ero veramente convinta di immaginarmi l'intero intreccio, ma mi sbagliavo di grosso! Questo meraviglioso romanzo narra di due ragazzi, nati in Basilicata e la quale vita si è inspiegabilmente incrociata per vari motivi. Tutto comincia durante la loro infanzia, in un piccolo paesino chiamato Fortezza. L'autrice descrive abilmente l'ambiente degradato ed inizia a narrare la loro storia sin dal primo incontro. Non vi voglio svelare come e perché succederà, dato che odio fare spoiler, ma vi posso dire che da quel momento i due giovani saranno inseparabili e verranno definiti in tutto il paese come “gemelli”. Non perché abbiano legami di sangue o siano particolarmente simili fisicamente, ma per i loro modi di fare, di dire le cose e semplicemente di vivere. Alfredo e Beatrice sono così diversi da essere una persona sola. Cresceranno tenendosi mano nella mano, ma allo stesso tempo odiando ogni pregio o difetto l'uno dell'altra, in una realtà che è sin troppo dura per essere compresa. Purtroppo però Alfredo non è così forte come sembra ed il suo innato bisogno di amare e di farsi amare lo porterà all'autodistruzione. Un racconto commovente, ma allo stesso tempo molto crudo e che lascia un retrogusto amaro in bocca. Il loro rapporto sembra una semplice e genuina amicizia, incorniciata da litigi e da problemi infantili come accade per tutte le persone del mondo, ma non svela il proprio lato passionale e intenso. Beatrice ripete più di una volta che nella loro vita, in quel paese in cui non c'è niente di normale, la gente è obbligata a lasciar andare le cose, a fare finta di non vederle. Lei crede che sia perché è molto più semplice, come scappare dai problemi, no? Ed è la stessa cosa che i due ragazzi fanno per tutto il corso della narrazione
riguardo i loro sentimenti, sino a quando si rendono conto che non hanno mai potuto fare a meno l'uno dell'altra, ma in un modo così carnale, che non si può spiegare. Valentina d'Urbano sa come incantare i lettori, travolgendoli con il proprio stile informale, ma allo stesso tempo ricco di concetti che non si potrebbero scrivere in nessun altro modo. Inizialmente pensavo che sarebbe stata una lettura abbastanza pesante, ma pagina dopo pagina mi sono immersa nel loro mondo pieno di scheletri nell'armadio, gremito di paure nascoste o semplicemente ignorate. Sono rimasta colpita da quest'autrice, soprattutto se si pensa che è il suo primo romanzo. Credo che nessun altro sarebbe riuscito a raccontare una storia così profonda, così netta e vera, arrivando direttamente al cuore dei lettori senza fare dei giri di parole o annoiare. Vi avverto che non ho mai pianto così tanto come quando sono arrivata alla conclusione di questo libro. Quando arriverete alle ultime pagine e vi rilasserete pensando che finalmente la parte peggiore sarà finita, penserete alle mie parole! Perché è proprio nelle ultime righe che il vostro cuore verrà sconvolto completamente. Per quanto mi riguarda, sembrava che le lacrime non volessero smettere di scendere sulle mie guance e ad un certo punto non sapevo nemmeno io perché stessi piangendo, ma ne avevo davvero bisogno per riuscire a dargli un senso. È così, questo libro bisogna piangerlo sino all'ultima goccia! Perciò ragazze e ragazzi, preparate un pacchetto di fazzoletti accanto al cuscino e fiondatevi a leggere quest'opera meravigliosa, perché ne vale davvero la pena! Vi mando un grosso bacio e spero di vedervi numerosi al Giveaway di Halloween! Un bacione, vostra Ashley.


Voto storia - 5 Wow meraviglioso 


Voto erotico - 2 Poco casto






1 commento:

  1. Ho amato il primo e da poco ho scoperto che è uscito il secondo libro con la stessa storia dal punto di vista di Alfredo. Non posso perdermelo!

    RispondiElimina