Ultime segnalazioni

La notte che ho dipinto il cielo


Genere: Young Adult

Autore: Estelle Laure

16 febbraio

Per Lucille, diciassette anni e una passione per l'arte, l'amore ha il volto della sorellina Wrenny. Wrenny che non si lamenta mai di niente, Wrenny che sogna un soffitto del colore del cielo. E poi ha il volto di Eden. Eden che è la migliore amica del mondo. Eden che sa la verità. Quella verità che Lucille non vuole confessare nemmeno a se stessa: sua madre se n'è andata di casa e non tornerà. Ora lei e Wrenny sono sole, sole con una montagna di bollette da pagare e una fila di impiccioni da tenere alla larga. Prima che qualcuno chiami i servizi sociali e le allontani l'una dall'altra. Ma è proprio quando la vita di Lucille sta cadendo in pezzi che l'amore assume un nuovo volto: quello di Digby. Digby che è il fratello di Eden, Digby che è fidanzato con un'altra e non potrà mai ricambiare i suoi sentimenti. O forse sì? L'unica cosa di cui Lucille è sicura è che non potrebbe esserci un momento peggiore per innamorarsi...




Buonasera lettori,
non posso fare a meno di bloccare i miei pensieri dopo aver terminato una nuova e strabiliante lettura. Ho divorato in soli due giorni il romanzo di Estelle Laure intitolato “La notte che ho dipinto il cielo” ed ho bisogno di parlarvene immediatamente per dare sfogo ai miei sentimenti. Mi sembra quasi di essere un vulcano in eruzione, come lo erano i miei occhi inondati di lacrime solamente fino a qualche secondo fa. Si tratta di una storia commovente e raccontata in maniera talmente semplice da risultare ancora più vera. Un romanzo piacevole e scorrevole, dove la De Agostini ha centrato nel segno acquistandone i diritti, una lettura fluida e adatta ad un pubblico adolescenziale, perché penso che potrebbe essere una lezione da introdurre a un po' tutti ai miei coetanei.
Lucille è una ragazzina di appena diciassette anni e ama la sorellina Wrenny di nove. La madre ha abbandonato le figlie qualche giorno prima, rassicurandole che sarebbe tornata molto presto, ed il padre è stato portato in una casa di cura per aver tentato di uccidere la moglie. Due genitori non dovrebbero mai aver bisogno di staccare la spina, di lasciarsi il dolore alle spalle e far finta di non avere delle responsabilità. Così ogni preoccupazione ricade su Lucille, che vorrebbe solo poter vivere la sua giovane età, ma non può. Dopo che la madre se n'è andata l'unico modo per riuscire a sopravvivere è quello di non far intuire a Wren la pesantezza della situazione, rimboccarsi le maniche e prendere in mano la situazione, per capovolgerla. I soldi scarseggiano di giorno in giorno, ma le bollette aumentano ed il cibo nella dispensa diminuisce a vista d'occhio. Per fortuna Lucille può contare sull'appoggio della sua migliore amica Eden e del fratello gemello Digby. Oh, Digby! Agli occhi di una diciassettenne non potrebbe essere più perfetto. Il suo fisico scolpito ed il modo di fare così affabile e dolce è un'attrazione troppo invitante per Lucille, se non fosse per il fatto che Digby è già fidanzato e che sta progettando la propria vita con la sua ragazza. Lucille ha veramente troppe responsabilità sulle sue spalle e si sente schiacciata ogni giorno dal senso d'inadeguatezza e terrore di non poter accudire Wren come meriterebbe. Se potesse chiuderebbe la sorellina in una bolla per non farla soffrire. Ma purtroppo l'unico modo per risolvere davvero la situazione è rimboccarsi le maniche, così con tutta la forza di volontà che riesce a trovare, Lucille decide di impegnarsi nel lavoro per portare a casa il denaro necessario al loro sostentamento. Se non fosse per il fatto che sorgono milioni
di nuovi problemi ad incupire i colori vivaci della loro giovinezza. Si tratta di una storia dalle emozioni contrastanti. La consapevolezza perenne dell'orribile realtà riservata alla protagonista ed allo stesso tempo l'innocente primo vero amore, incorniciato dall'ansia di dimostrare a sé stessi che la vita non è mai così facile come la raccontano nei film. Il lieto fine non sempre esiste per tutti, se non fosse per il fatto che alcune persone hanno la fortuna di conoscere degli angeli custodi, fate, o semplicemente persone umane, che hanno la sensibilità di aiutare chi ne ha più bisogno, senza chiedere nulla in cambio. La storia di Lucille è un inno commovente alla forza, ai colori sgargianti dell'anima che il cielo riflette di un azzurro intenso. Le sfumature della vita non saranno mai raccontate in un modo più semplice e puro, come in quest'opera. Imparerete anche voi, cari lettori, ad accogliere la sensibilità di Wren, ad incoraggiare la forza di Lucille e ad amare la figura generosa di Digby. Un incontro tra personalità così differenti, ma che si fonderanno in un'unica tavolozza arcobaleno. Ash.


Voto storia - 5 Meravigliosa






Nessun commento:

Posta un commento