Ultime segnalazioni

La verità su di noi

Genere: Romanzi rosa

Autore: Kristan Higgins


Jenny Tate disegna abiti da sposa e dovrebbe quindi essere un'esperta di storie a lieto fine. Forse è per questo che dopo il divorzio ha continuato ostinatamente a essere amica dell'ex marito. E della sua nuova moglie. Forse la migliore amica che abbia mai avuto. No, non può andare bene, non è normale. No? Per questo Jenny decide di lasciarsi Manhattan e il suo ex alle spalle e di trasferirsi nella propria città natale, Cambry-on-Hudson, poco distante da New York, dove si crogiolerà nella perfetta felicità di sua sorella Rachel e della sua splendida famiglia. Un piano niente male per ricominciare. Peccato che al suo arrivo, Jenny si trovi davanti l'apice di una crisi coniugale coi fiocchi: il marito perfetto ha una storia con una collega. Rachel non è certo il tipo da concedere seconde occasioni, ma ora che si trova in mezzo alla bufera, i casi sono due: rimanere single a quarant'anni o intrappolata in un matrimonio che evidentemente non è felice come si era immaginata. Il suo punto di riferimento è l'idilliaca vita coniugale dei genitori, ed è quella felicità che Rachel vuole nella propria vita. Jenny dovrà quindi aiutarla e sostenerla in questo momento non facile. Sarà il caso di svelarle una certa cosetta riguardo al matrimonio di mamma e papà, rischiando di rovinare tutto per sempre? Senza dubbio sarà un'estate di segreti, bugie, tentazioni e rivelazioni, durante la quale le due sorelle potranno contare l'una sull'altra, tra ironia e momenti di gioia.





Salve lettori! Oggi vi parlo della nuova uscita Harper Collins della mia amata Kristan Higgins, "La verità su di noi". Rispetto ai precedenti libri della Higgins, questo ha un tono un po' diverso. La prima differenza è che  ci sono ben due protagoniste: Jenny e Rachel, due sorelle completamente diverse che ci racconteranno le loro vicende. La seconda differenza è che: il punto di vista dei capitoli è doppio e alternato tra le due sorelle, quindi ad ogni capitolo leggeremo quello che succede all'una e all'altra. Terza differenza: questa non è la solita storia della Higgins nella quale tutti trovano il principe azzurro. Ma parliamo un po' della trama...
Jenny Tate, newyorkese DOC e creatrice di abiti da sposa, ha da poco divorziato dall'uomo perfetto perché a quanto pare l'amore era passato per lui. Poche settimane dopo il divorzio, l'ex marito si risposa e tempo qualche mese ha anche una splendida bambina che Jenny aiuta a far nascere. Eh già, perché come si sa oltre al danno si ha anche la beffa, infatti Jenny, per non fare la "cattiva", decide di rimanere amica con l'ex marito e di conseguenza con la sua fantastica moglie. Eppure, anche dopo essersi sentita dire che l'amore per lei svanisce e che un figlio con lei non era desiderato mentre con un'altra sì..., Jenny continua a credere nell'amore vero e nell'uomo giusto. Dalla Grande Mela decide di trasferirsi nella sua città natale, Cambry-On-Hudson, in modo da essere più vicina alla sorella e alle nipoti e dove apre uno splendido negozio di abiti da sposa, Bliss. Jenny trova anche un appartamentino carino con un custode davvero niente male: Leo Killian. Leo insegna pianoforte ai bambini, lui non suona mai, è chiuso riguardo la sua vita privata ma aperto riguardo l'apprezzamento che ha per Jenny, apprezzamento puramente fisico sia chiaro. Leo vuole solo divertimento, come qualsiasi uomo, solo che per lui questa scelta ha radici più profonde e tristi rispetto a quello che vuol far credere, e mentre entrambi fingono che ciò che provano è solo attrazione, Jenny cerca anche di abbattere il muro che Leo continua ad erigere tra loro e intanto costruirne uno che protegga il suo cuore dal micidiale sorriso del custode.  Nel frattempo conosciamo anche Rachel, sorella maggiore di Jenny, moglie perfetta e madre di tre splendide gemelle. Rachel non è mai stata come sua sorella Jenny, spigliata e sicura di sé, anzi è tutto il contrario, ma in compenso ha una vita perfetta: una grande casa, un marito che la ama, tre figlie che sono tutto quello che ha sempre desiderato. Eppure c'è qualcosa che non va e ne avrà la conferma quando troverà una foto di dubbia classificazione sul cellulare di suo marito. Lei sa cos'è, ma rifiuta di crederlo, perché se fosse vero significherebbe che il suo perfetto marito la tradisce. Così inizierà per Rachel una lotta interiore per decidere cosa fare della sua vita ormai non più perfetta e decidere cosa è meglio per le sue bambine. Odia suo marito, ma non ha il coraggio di lasciarlo perché altrimenti la vita perfetta che si è guadagnata andrebbe perduta per sempre, e lei era è felice in quella vita. Prova di tutto per salvare il suo matrimonio ma niente riuscirà a ridarle la fiducia che serve per portarlo avanti. Si ritroverà a dover scegliere tra l'essere sola, ma forte o protetta, ma debole, e per quanto possa sembrare una scelta facile ci si rende conto, leggendo i dubbi di Rachel, che in realtà non lo è.  
Come vi avevo anticipato la trama di questo libro è molto diversa dai precedenti libri della Higgins. Il lieto fine, per entrambe le sorelle, non era è così scontato. In più, ci è voluto un po' prima che la storia mi prendesse. Non so se è perché fossero due storie in parallelo o perché i temi erano differenti e anche più "importanti", ma ho dovuto aspettare un po' prima di immedesimarmi davvero.  La cosa che più mi è piaciuta è che si ha un'evoluzione dei personaggi davvero impressionante: Jenny da "schiava" del desiderio di rimanere legata in qualche modo al suo ex marito, riesce a liberarsi e capire che in effetti quello che sopportava non era proprio giusto. Ancora più impressionante è stata Rachel, che da debole e schiva diventerà forte, sicura di sé e anche un po' stronza, che non guasta mai. Il perno del romanzo è l'amore tra le due sorelle, che tra alti e bassi continueranno ad amarsi, appoggiarsi e difendersi. Un po' come Frozen (immagino tutte conosciate l'ormai celebre cartone Disney), per una volta non è l'amore di un uomo che porta il lieto fine o l'eterna felicità alla donna, ma l'amore tra le due sorelle, sempre presenti quando l'altra ne ha bisogno anche quando ci sono delle incomprensioni. Non c'è bisogno di un uomo per essere realizzate, sia Rachel che Jenny l'hanno capito... Anche se ad averlo comunque non dispiace, soprattutto
 se, come nel caso di Jenny, si chiama Leo Killian e ha bisogno di qualcuno che gli ricordi com'è abbandonarsi ai sentimenti. Mi è piaciuto? Abbastanza. Ve lo consiglio? Beh, certo! Soprattutto se come me amate questa scrittrice. Non è uno dei suoi romanzi che preferisco ma se vi piace il suo modo di scrivere allora non potete perderlo.  Un'ultima cosa! Ma avete visto che copertina stupenda?! Mi sono sempre piaciute le copertine dei libri della Higgins, ma questa mi ha conquistata dal primo istante.  Baci, Erika.


Voto storia - 3 Bella 




Nessun commento:

Posta un commento