Ultime segnalazioni

Tutto quello che pensiamo quando parliamo d'amore


Genere: Narrativa Contemporanea

Autore: Christopher Castellani

11 Febbraio 2016

Sono passati molti anni da quando Antonio Grasso ha sposato Maddalena e l’ha portata in America, nel Delaware. Quella è stata l’ultima volta che Maddalena ha visto i genitori, le sorelle, i fratelli, e tutto ciò che conosceva e amava nel paese di Santa Cecilia. Ha chiuso a chiave il passato, per difendere il suo cuore: adesso è concentrata solo sul presente, sulla figlia Prima, sul figlio Frankie, e poi il marito, la danza, il ristorante di famiglia, qualche lavoretto come sarta, l’amore per la cucina… Ma i dolori che le hanno distrutto l’animo sono troppo forti, anche dopo anni spingono per tornare alla luce, pretendono di risalire dagli abissi in cui lei li ha cacciati. E del resto, come può dimenticare Tony, tanto amato e perduto? Come può dimenticare Vito, il suo primo amore? E Santa Cecilia, l’Italia, i profumi, il sole e l’aria dell’unica terra in cui è stata giovane e felice? La figlia vuole riportarla a tutti i costi nel Vecchio Mondo e Frankie le dà tante preoccupazioni. Il suo Frankie, quel figlio così diverso, amante della letteratura e incapace di aprirsi, così legato alla famiglia eppure così lontano, a Boston… L’idea di Prima sconvolge profondamente i Grasso, ma il destino riserva loro un’amara sorpresa, e il loro viaggio di ritorno in patria diventerà un’improrogabile necessità.
Tutto quello che pensiamo quando parliamo d’amore è una toccante storia di sacrifici e speranze, perdite e amore, miti e memoria.



Salve a tutti ragazzi,
ho appena finito di leggere: "Tutto quello che pensiamo quando parliamo d'amore" di Christofer Castellani donatomi in anteprima dalla Newton Compton.  Il libro ci racconta di Maddalena e Antonio, due italiani emigrati in America per lavoro. Maddalena ha dovuto sposare Antonio per volere della
famiglia abbandonando per sempre l'uomo di cui era innamorata, Antonio, insieme a suo fratello Mario, ha un ristorante italiano che permette una bella vita a tutta la sua famiglia: l'Al di là. Un giorno Maddalena e Antonio ricevono, dalla loro figlia Prima, un regalo: un viaggio in Italia per tutta la famiglia a Santa Cecilia, luogo dove iniziano le radici di questa famiglia. Mentre Antonio si dimostra entusiasta dell'idea di poter ritornare in Italia, Maddalena esprime da subito la sua contrarietà al viaggio in quanto non vuole riportare a galla i vecchi ricordi. Ma andiamo con ordine, i nostri protagonisti sono tutta la famiglia Grasso di cui fanno parte Antonio, Maddalena, Tony , Prima e Freddie.
Antonio e Maddalena sono genitori attenti ai figli, entrambi sono legati all'Italia ma con due differenti sentimenti: Antonio vorrebbe tornare in Italia, lo percepisce come un viaggio nel passato per rivivere la sua giovinezza ma specialmente ha un segreto e ha bisogno di convincere sua moglie Maddalena, che invece dopo essersi trasferita non ha più voluto sentire nemmeno parlare dell'Italia, a costo di inimicarsi la famiglia quando Prima regala il viaggio. Prima è una donna sposata, ha un insano legame con i figli che sono la sua unica ragione di vita e diventa ossessiva pur di proteggerli. Apparentemente ha una vita agiata ma non è una donna felice, si sente trascurata emotivamente da suo marito ma non ha il coraggio di chiedere di più per paura di diventare una di quelle donne che non fanno altro che lamentarsi. Freddy è l'ultimo della famiglia ed è un tipo chiuso, riesce ad aprirsi solo con la madre, vive a Boston per studiare e questo la fa soffrire nonostante si sentano regolarmente al telefono. Ha sempre amato studiare e da come si evince farebbe di tutto pur di emergere, anche avere un'insana relazione con la sua relatrice. Tony è il figlio deceduto, rimpianto dalla famiglia poiché si è suicidato giovane a causa di un malessere interno. Nonostante non sia un personaggio vivente è molto presente nel libro tramite i pensieri e le parole dei componenti.  Il tema principale sulla quale gira tutta la narrazione è l'amore, ci troviamo davanti ad una
famiglia molto unita che si preoccupa gli uni degli altri. Devo riconoscere che la bravura dell'autore è quella di presentarci tutta la famiglia entrando nel flusso di coscienza di ognuno, a rotazione, senza creare problemi nel lettore. Ci fa vivere i problemi, le gioie di ognuno senza confonderci, ci permette di entrare nella testa di tutti i personaggi. Lo stile è semplice e fluido, il lettore si immerge nella storia senza problemi, vivendo i segreti dei personaggi e le bugie a fin di bene dette solo per non creare altro dolore ad una famiglia già provata. Vi consiglio di farvi un giro al ristorante Al Di Là e conoscere questa particolare famiglia. Buona Lettura. Katia.


Voto storia -3 Bella



Nessun commento:

Posta un commento