Ultime segnalazioni

Red Queen


Genere: Fantasy / Young Adult

Autore: Victoria Aveyard


Il mondo di Mare Barrow è diviso dal colore del sangue: rosso o argento. Mare e la sua famiglia sono Rossi, povera gente, destinata a vivere di stenti e costretta ai lavori più umili al servizio degli Argentei, valorosi guerrieri dai poteri sovrannaturali che li rendono simili a divinità. Mare ha diciassette anni e ha già perso qualsiasi fiducia nel futuro. Finché un giorno si ritrova a Palazzo e, proprio davanti alla famiglia reale al completo, scopre di avere un potere straordinario che nessun Argenteo ha mai posseduto. Eppure il suo sangue è rosso… Mare rappresenta un'eccezione destinata a mettere in discussione l'intero sistema sociale. Il Re per evitare che trapeli la notizia la costringe a fingersi una principessa Argentea promettendola in sposa a uno dei suoi figli. Mentre Mare è sempre più risucchiata nelle dinamiche di Palazzo, decide di giocarsi tutto per aiutare la Guardia Scarlatta, il capo dei ribelli Rossi. Questo dà inizio a una danza mortale che mette un nobile contro l'altro e Mare contro il suo cuore. Regina Rossa apre una nuova serie fantasy vivida e seducente dove la lealtà e il desiderio rischiano di esseri fatali e l'unica mossa certa è il tradimento.

Salve lettori! Oggi vi parlo di "Regina Rossa" di Victoria Aveyard, edito dalla Mondadori l'1 giugno del 2015.

Ammetto che è da un po' che avevo questo libro in libreria ed è da un pò che avrei voluto leggerlo. Mi ha colpito subito per la copertina, il titolo, la trama; in più in questo mare di romance è sempre bello cambiare genere per svagare un pò, infatti "Regina Rossa" è un fantasy young adult. In una nuova era il mondo è diviso in base al colore del sangue, ci sono i rossi e ci sono gli argentei. I rossi sono la povera gente, senza specialità né privilegi che devono lavorare e soffrire per servire gli argentei, persone con abilità speciali e poteri sovrannaturali che si credono dei in Terra e schiavizzano i rossi.

La protagonista della storia è Mare Barrow, una ragazza diciassettenne rossa il cui unico futuro è quello di andare in guerra perché non fa un tirocinio, quindi non potrà mai avere un lavoro. Ogni città del regno degli argentei ha un'arena e ogni primo venerdì del mese organizzano degli incontri tra argentei che per i rossi sono uno svago, un modo per veder scorrere sangue argenteo; per gli argentei invece è un modo di far capire ai rossi chi comanda e che è inutile sfidarli, perché loro sono invincibili. Mare questo l'ha capito e ha capito anche che l'unico modo per evitare questo futuro senza speranze è fuggire. Mare inizia a "mettere da parte" facendo quello che le è sempre riuscito meglio: rubare. Però stavolta ha derubato la persona sbagliata, o proprio quella giusta: Cal. Mare incontra Cal fuori di un pub, tenta di derubarlo, ma lui la ferma. Se qualcuno viene accusato di rapina la pena è quella di vedersi spaccare la mano, ma Cal decide di risparmiare Mare. I due ragazzi iniziano a parlare: Cal curioso di sapere come si viva in una città rossa, Mare smaniosa di lamentarsi per la sua condanna. All'improvviso Mare si ritrova a palazzo, grazie al ragazzo che l'ha risparmiata la sera prima, e scoprirà anche che quel ragazzo non è altri che l'erede al trono. Un argenteo che ha salvato la vita ad una semplice rossa. Mare però non è proprio semplice, il suo sangue ha una modifica che le ha concesso di avere un potere simile a quelli concessi soltanto agli argentei. Mare è diversa: non è un'argentea, non è neanche una rossa, ma è più forte di entrambi. Grazie a questa diversità, Mare diventa la scintilla di un cambiamento che la Guardia Scarlatta, un gruppo di rossi ribelli, cercava per dare il colpo di grazia agli argentei. Cosa potrebbe colpire di più che essere imbrogliati e traditi dall'interno?

Lettori, come ho detto all'inizio non vedevo l'ora di leggere questo libro, e proprio per questo probabilmente mi sono creata troppe aspettative. Mi aspettavo uno di quei fantasy che ti rimangono impressi e di cui non vedi l'ora leggere il seguito, invece non mi ha lasciato niente. Niente da dire riguardo lo stile e la scrittura, o anche la trama. La trama è interessante, la scrittura impeccabile anche nelle descrizioni, lo stile è fluido, infatti la storia si legge velocemente. È che proprio non mi ha preso, l'ho terminato sì, perché non mi andava di lasciarlo incompleto non perché pensavo che avrei dovuto finirlo per sapere come andava. È stato tutto piuttosto piatto: il quadrato amoroso, i ribelli, le sue capacità, i tradimenti. Persino i colpi di scena non sono riusciti a farmi sentire qualcosa, a lasciarmi a bocca aperta. Mi dispiace non riuscire a darvi un qualche elemento che vi convinca a leggerlo, ma non ne trovo. Durante la lettura mi dicevo che se fosse continuato così difficilmente avrei letto il seguito, però speravo che il finale mi avrebbe dato quel colpo di scena che mi avrebbe convinto a leggerlo. Purtroppo non è stato così, quindi non so se continuerò o meno la serie. Però sono curiosa: chi di voi l'ha letto, la pensate come me oppure vi è piaciuto? Fatemi sapere. Baci

Voto storia - 2 Carino





Genere: Fantasy / Young Adult

Autore: Victoria Aveyard

Il suo sangue è rosso – come quello della gente comune – ma lo straordinario potere di controllare i fulmini, che nessun Argenteo possiede, rende Mare Barrow un'arma sulla quale il Palazzo vorrebbe riuscire a mettere le mani. Tutta la corte la considera un'eccezione, ma non appena Mare riesce a sfuggire a Maven, il principe – e prima ancora l'amico – che l'ha tradita, scopre una verità sconvolgente: lei non è affatto un'eccezione. Perché di giovani Rossi e Argentei ne esistono molti altri.
Inseguita da Maven, diventato un sovrano crudele e vendicativo, Mare fa di tutto per trovare e reclutare altri guerrieri Novisangue che si uniscano alla lotta dei ribelli contro il re oppressore. Nel farlo, però, entra in un territorio molto pericoloso, dove rischia di diventare proprio come i mostri che sta cercando di sconfiggere.
Riuscirà a sopportare il peso delle vite che dovranno essere spezzate durante la ribellione? O la slealtà e il tradimento subiti l'avranno indurita per sempre?
Nel secondo elettrizzante romanzo di Victoria Aveyard, la lotta dell'esercito ribelle contro un mondo ingiusto, dove è considerato normale segregare le persone in base al colore del loro sangue, costringerà Mare ad affrontare il lato oscuro che piano piano si è fatto largo nel suo animo.

Buona sera lettori!
Oggi vi parlo del secondo volume della serie “Red Queen” di Victoria Aveyard,  uscito lo scorso Maggio 2016 grazie alla Mondadori. Mare Barrow non è più la ragazzina che girava rubando tra le baracche per poter portare qualcosa a casa e far stare meglio la propria famiglia. Non è più neanche quella ragazza che si era trovata in un mondo di lusso e di intrighi, dove chi aspira al potere è pronto a tutto. Mare Barrow adesso è consapevole delle sue capacità, che la rendono diversa sia dalla sue gente che dai Silver; è qualcosa che sta a metà, ed è più forte di entrambe. Ma adesso è in fuga insieme alla Guardia Rossa, in pericolo dopo che colui che pensava fosse suo amico e dalla sua stessa parte, colui che per arrivare ai suoi scopi ha
mentito e ucciso innocenti, impossessandosi della corona con l’omicidio del padre e addossando la colpa a suo fratello Cal. Mare adesso ha una missione più grande, trovare quelli come lei e salvarli, prima che Maven li uccida… soprattutto dovrà ritrovarsi a combattere contro Maven, cercando di non trasformarsi nel mostro che sta cercando di sconfiggere.
Bene, eccoci qua con il secondo volume di questa nuova e primissima serie di Victoria Aveyard. La storia continua da dove l’avevamo lasciata in “Regina Rossa” (di cui in blog troverete la recensione), con Mare e Cal, assieme alla Guardia Rossa, che fuggono da Maven ed il suo nuovo esercito. La nostra eroina sta crescendo, si sta rendendo conto di ciò che lei stessa è e di come sono coloro intorno a lei. Mare in questo libro si ritroverà di fronte a decisioni più grandi di lei, che per una ragazza della sua età sono difficile e pesanti; sta cercando di fare ciò che è giusto ma molte di queste decisioni peseranno molto sulla nostra protagonista. È forte, determinata ed astuta, ma è sempre perseguitata dal rimorso. Perseguitata dai ricordi di coloro che sono morti e dalle sue azioni, è un personaggio in bilico, ma che in tutto questo cerca di fare il suo meglio per portare avanti la sua missione e cercar di porre fine ad una guerra salvando più vite possibili. Cal, be', che dire del bel principe domatore del fuoco?  La morte del padre ed il tradimento del fratello sono stati un duro colpo, per non parlare della rivelazione sulla morte della madre. Il nostro principe si trova ad affrontare emozioni forti e contrastanti, è perso e si trova tra persone che lo odiano e lo temono solo perché è un Silver. Ma quegli elementi del suo carattere che ci hanno (almeno me) fatto innamorare di lui sono sempre lì, il suo coraggio e il suo valore, sono sempre lì, solo si fanno da parte nel suo cambiamento, dandogli piccole nuove sfumature.
Maven… be`, Maven adesso lo vediamo sotto una nuova luce, una luce che avevamo intravisto negli eventi della fine del primo libro, la sua freddezza e la sua crudeltà sono visibili sia nelle sue scene che nei pensieri dei protagonisti. Il nuovo Re adesso é un antagonista potente e calcolatore, che darà filo da torcere ai protagonisti. 

Nessuno nasce mostro. Ma vorrei che alcune persone lo fossero. Renderebbe più semplice odiarli, ucciderli, scordasi i loro volti.

Per quanto le emozioni siano burrascose in Mare, non ho potuto che capirla, non mi è dispiaciuta e sono curiosa di vedere come crescerà nel corso della sua storia Rispetto al primo libro i toni della storia si sono oscurati, possiamo dire che siamo agli inizi di una guerra che non potrà altro che portare sofferenze a tutti i protagonisti, incontreremo nuovi personaggi e conosceremo meglio il mondo in cui questa storia è ambientata. Il romanticismo qua è quasi inesistente, in quanto la storia è più concentrata sull'azione e sui cambiamenti dei protagonisti. E' un peccato, ma sono sicura che presto avverrà qualcosa di cui varrà la pena l'aver aspettato… almeno spero. Il romanzo è pieno di colpi di scena e scene cariche di azione e suspance, scene che si faranno un pò attendere devo dire. L’inizio ha una narrazione un po' lenta, ma quasi a metà della narrazione tutto esploderà, facendoci godere la lettura di questa brillante storia. E il finale… be` non vi dico nulla, solo che non vi deluderà, soprattutto vi lascerà sorpresi e senza parole, in attesa del seguito. Con questo vi dico che la lettura di questo libro mi è piaciuta e nel suo insieme son rimasta soddisfatta, quindi spero di avervi incuriositi.
A presto

Voto storia - 4 Molto Bella 




Genere: Fantasy/Young Adult

Autore: Victoria Aveyard

Data: 2 Maggio 2017

Ora che la scintilla della ragazza che controlla i fulmini si è spenta, chi illuminerà la strada verso la ribellione?
Privata del suo potere e perseguitata dai tremendi errori commessi, Mare Barrow si ritrova prigioniera e in balia di Maven Calore, di cui un tempo era innamorata e che altro non ha fatto se non mentirle e tradirla. Diventato re, il ragazzo continua a tessere la tela ordita dalla madre morta per mantenere il controllo sul suo regno e sulla sua prigioniera.
Mentre, a Palazzo, Mare cerca di resistere all'effetto della pietra silente, il suo improvvisato esercito di novisangue e rossi continua imperterrito a organizzarsi, a esercitarsi e a espandersi. Impaziente di uscire dall'ombra, infatti, si sta preparando a combattere. Dal canto suo, Cal, il principe esiliato che reclama il cuore di Mare, è pronto a tutto pur di riaverla con sé.


Buona sera lettrori!
“Gabbia del re” è il terzo volume della serie Red Queen di Victoria Aveyard, uscito lo scorso 2 Maggio ed edito Mondadori. Mare Barrow è prigioniera, si trova sotto il controllo di colui che una volta era suo amico, colui contro cui stava combattendo, cercando di salvare quelli come lei. Cerca di sopravvivere alla prigionia, soprattutto alle torture che subirà … deve riuscire a trovare il modo di fuggire ma più di ogni altra cosa non dovrà lasciarsi confondere da quei sentimenti che ancora prova per Maven. Lui è il nemico e nulla di quello che scoprirà dovrà distrarla dalla sua missione. Ma non deve stare attenta solo a Maven, adesso che la regina è morta e lui si trova da solo la corte è un nemico ancora più pericoloso. E mentre la nostra eroina si ritrova ancora una
volta nei sotterfugi e nei giochi della corte, la banda dei novisangue e la Guardia Rossa stanno continuando ad organizzarsi ed espandersi per la guerra, ma soprattutto Cal metterà tutto se stesso per salvare Mare. La nostra protagonista in questo romanzo subirà un cambiamento enorme, per quanto orribili e dolorose siano state le torture di cui è vittima Mare è riuscita a trovare in sè la forza di combattere, è riuscita a non perdersi nel vuoto in cui è stata trascinata. Più si va avanti nella narrazione e più non possiamo che non amare questo personaggio. Rispetto agli altri libri qua non possiamo far altro che poterci immedesimare in lei. Non dico come si è comportata durante le torture, ma con i suoi sentimenti, le sue emozioni: paura, coraggio, volontà di andare avanti nonostante tutto e, nonostante ciò, cercare se nel Re è sempre vivo il Maven che lei credeva di conoscere. Eh si, qua mi è piaciuta molto. Vedremo più nel profondo Maven, un personaggio così pericoloso e complesso ma dentro di se possiamo vedere che si è frantumato. Ciò che ha subito da parte della regina, facendo si che fosse ricreato e rimodellato a piacimento di quest’ultima hanno creato una pedina che adesso continua a muoversi anche se chi lo controllava non c’è più. Questo giovane ed infranto ragazzo continua a fare tutto ciò che è in suo potere per sovrastare gli altri, ma oltre a questo continua a provare sentimenti, anche se in modo malsano, per Mare. Si comporta come gli è stato insegnato a fare, non conosce altre vie oltre all’inganno e al terrore. In questo volume non potremo che vedere i pezzi che lo compongono. Ma Mare e Maven non sono gli unici personaggi su cui si centra la storia. Dall’altra parte della fazione vedremo Cal e Cameron e tutti gli altri personaggi che cercano di sopravvivere e vincere la guerra. La Aveyard ci fa rivalutare tutto. Personaggi di cui avevamo già chiare le idee vengono rivoltati, il lettore non può fare altro che fermarsi e riflettere, capire che in loro c’è qualcosa di più e perché sono diventati così. Come Maven, per esempio. Ma c’è un altro personaggio che ha la possibilità di essere rivalutato… parlo di Evangeline. Oltre a vederla con gli occhi della protagonista, la Aveyard ci dà la possibilità di conoscere i suoi pensieri e le sue emozioni, dandoci alcuni capitoli sotto il punto di vista di Evangeline.

Ci sono dei pezzi di me, piccoli pezzi, ancora innamorati di una finzione. Un fantasma che vive dentro un ragazzo che non riesco a comprendere. Un fantasma che sedeva accanto al mio letto mentre sognavo in dolore. Un fantasma che teneva lontano Samson dalla mia mente il più che poteva, sapevo, rimandando un’inevitabile tortura. Il fantasma che mi amava, in quel suo malsano modo che conosceva. E sento che quel veleno sta entrando in me.

  Non possiamo che notare che ogni personaggio è prigioniero di una prigione, solo che alcuni se ne rendono conto mentre altri no. Il titolo e la copertina non fanno altro che rendere perfetto questo, la storia è carica di emozioni contrastanti, scene strazianti, azione e colpi di scena. Un mix perfetto che ha reso questo libro una lettura strepitosa! Per quanto dal lato romantico sono rimasta un pò delusa (quando leggerete credo che capirete a cosa mi riferisco), posso capire che questo personaggio deve ancora crescere e capire come uscire dalla sua prigione per poter alla fine trovare la sua felicità e la sua salvezza. La storia non è ancora finita, sono sicura che questa scrittrice riuscirà a stupirmi ancora di più nel prossimo ed ultimo libro di questa serie. Non vedo l’ora di sapere cosa accadrà ai nostri protagonisti e come finalmente questa guerra, e le sofferenze di ogni singolo personaggio, avranno fine.
A presto.

Voto storia - 4 e mezzo, stupendo 






Nessun commento:

Posta un commento