Ultime segnalazioni

Bugie nascoste


Genere: Romanzi Rosa

Autore: Alessandra Torre

Dal: 5 Luglio


Brant.

A vent'anni era già miliardario. Siamo stati insieme per tre anni. Mi ha chiesto di sposarlo quattro volte. E quattro volte gli ho detto di no.

Lee.

Fa il giardiniere – quando non è occupato a farsi le studentesse. È bravo con le mani e con tutto il corpo... L'ho inseguito per quasi due anni...

Avanti. Giudicatemi. Non avete idea di cosa comporti il mio amore.

Se pensate di avere già sentito questa storia, vi sbagliate.

 Ben trovate a tutte,
oggi vi parlo di “Bugie nascoste” di Alessandra Torre, pubblicato dalla Mondadori a inizio Luglio e che posso già dire vi conquisterà come è già successo con le lettrici americane.
Questa non è la solita storia (e direi finalmente!), è completamente diversa da ciò che avete letto fino ad ora e vi assicuro che non riuscirete a fermarvi fino a quando non arriverete alla fine. La trama pubblicata non dice molto quindi ho iniziato a leggere questo libro senza sapere cosa aspettarmi, ma già dopo le prime pagine ne sono rimasta del tutto conquistata. Ora, però, arriva la parte difficile perché in realtà non vi posso svelare molto in quanto è proprio questa una delle parti interessanti della storia, cioè scoprire piano piano cosa
succede, perché accadono determinate cose. Bisogna attendere il tempo e il momento in cui l’autrice ha deciso di scoprire il tassello mancante e mettere insieme i pezzi del puzzle.
La storia è quella di Layana, Brant e Lee, fatta di amore, passione e un vortice di bugie, ma di quelle che non bisogna giudicare subito dalla copertina. Layana è una ragazza ricca che non ha aspettato altro che arrivare alla maggiore età per entrare finalmente in possesso della sua eredità e decidere da sola della sua vita, uscire dal giro di falsità e apparenza dell’alta società ed essere finalmente libera. Ma l’educazione e la bella vita sono difficili da abbandonare e così, in una serata di gala organizzata per la struttura per bambini disagiati di cui si occupa, incontra l’affascinante Brant, il più ricco benefattore della struttura. Brant è un genio dell’informatica, diventato miliardario a soli vent’anni, un sexy nerd a cui Layana non sa resistere. Quello che però inizia come una semplice storia di una notte, molto rapidamente si trasforma in qualcosa di più importante.

“La nostra relazione era perfetta. Un uomo splendido, brillante, che mi amava con ogni frammento libero del suo cuore. Mi viziava. Mi ascoltava. Mi apprezzava. Io lo ricambiavo con passione. Avevo guardato avanti e fatto programmi per noi. Piani grandiosi in cui avevo messo tutta l’anima. Piani che comprendevano una casa piena di bambini, invecchiare insieme, una fusione delle nostre vite che non avrebbe mai avuto fine.”

Brant è un uomo perfetto, Layana è affascinata dalla sua genialità, dalla sua capacità di dedicare anima e corpo al lavoro e a lei, i due centri del suo universo. Ma se Brant è la creatività, la trasformazione e il progresso continuo della sua società, la vera anima dell’azienda è Jillian, la zia di Brant che sin dal primo momento non nasconde di non approvare la storia tra Layana e il nipote, di cui si è sempre preoccupata di gestire la vita sia professionale che non. Proseguendo nella storia fa la sua comparsa il terzo elemento principale della storia, Lee. Lee è un affascinate giardiniere, sporco e grezzo, l’opposto di Brant. Infatti se Brant è dolce, comprensivo, un amante appagante e sempre pronto ad ascoltare e realizzare ogni desiderio di Layana, Lee è ruvido e sexy, impulsivo e selvaggio, il tipo che usa le donne per il proprio piacere e scopa dappertutto (e quando dico dappertutto intendo in qualsiasi buco ed angolo disponibile!). 

“Non aveva niente a che fare con quello che provavo per Brant: si trattava di elettricità, pericolo e pura brama, una combinazione che premeva tutti i pulsanti della mia femminilità e mi rendeva imprudente.”

Brant e Lee non potrebbero essere più diversi, sono l’uno l’opposto dell’altro e Layana si troverà al centro di questo triangolo fatto di sesso, amore e bugie; una montagna di bugie nascoste. Ma chi siamo noi per giudicare? Questa è una storia d’amore, ma diversa da tutte le altre. Sapendo tutto ciò che c’è
da sapere, tutti i segreti che questa storia nasconde, sicure che disapprovereste ancora le scelte di Layana? A voi la sentenza, leggendo questo libro che deve assolutamente entrare nelle vostre case, diventare un pezzo di voi ed essere scoperto poco alla volta, assaporato e fatto proprio. Vengono toccati argomenti delicati, ma la maestria e la bravura di Alessandra Torre si nota anche in questo, oltre che ad essere riuscita a costruire una storia che quando finirete di leggerla vi lascerà senza parole. È una storia di luci ed ombre, di inizi e fine, di compromessi ed alti contenuti erotici. Ma al centro di tutto rimangono le scelte di Layana, il perché si è arrivati a quel punto, quella curiosità irrefrenabile che vi porterà ad andare avanti fino alla scoperta di ciò che si nasconde in fondo. Per facilitare il tutto il libro è diviso in tre parti: “Questa è una storia d’amore, ma non è una storia facile”, “Bugie. Una montagna di bugie tra noi”, “Era giunto il momento di smontare tutte le nostre bugie”, che aiutano il lettore a destreggiarsi nella vicenda, oltre a diversi cambi di prospettiva che ci regalano sprazzi di pensieri dei vari personaggi coinvolti.
 

“Il vero amore rende una persona imprudente, la induce a compiere degli azzardi e fare sacrifici. Il vero amore mette alla prova i nostri limiti, ci fa desiderare di essere migliori e lottare per quello che abbiamo conquistato. Io sono pronto a lottare per questo amore. A mentire. A rubare. Ne vale la pena. La amo con tutto il cuore. Lei mi ricambia senza riserve. Questo vale le verità taciute. Le bugie nascoste.”

Spero di avervi convinto a leggere questa storia, tutti dovrebbero leggerla almeno una volta. E poi fatemi sapere se giudicate ancora Layana, d’altronde voi cosa avreste fatto al suo posto?

 Voto storia - 5 Wow! Meraviglioso

  Voto erotico - 4 Molto sexy 



Nessun commento:

Posta un commento