Ultime segnalazioni

Non andare via




Genere: Romance


Autore: Sharla Lovelace


Data: 8 Agosto 2016



Noah Ryan e Jules Doucette stanno insieme da sempre, prima come migliori amici di infanzia, poi come giovani amanti. Hanno programmato tutto il loro futuro, ma un’incredibile decisione finisce per separarli. 
Ventisei anni dopo, Jules sta vivendo la vita che qualcun altro ha pensato per lei. Gestisce il negozio di sua madre, vive in casa sua, segue le sue regole e tiene i segreti che lei le ha fatto seppellire. 
Poi Noah torna a casa, e porta il caos. Il suo ritorno fa molto di più che risvegliare vecchi ricordi: costringe anche Jules a guardare la sua vita con occhi nuovi e scoprire segreti di cui non sospettava l’esistenza. Ma il potere del vero amore può trionfare su anni di dolore e bugie?



Ciao Readers,
Buone ferie a tutti, nonostante le vacanze mi sono dedicata ad
un libro uscito di recente: "Non andare via" di Sharla Lovelace, edito dalla Newton Compton. Purtroppo la copertina è la classica coppietta dolce e ormai non mi ci soffermo più di tanto, è tutto troppo visto e rivisto ma dopo aver letto la trama non ho potuto evitare di leggerlo. Joules Doucette è la proprietaria di una libreria, ha una migliore amica, Ruthie, e una figlia diciassettenne, Becca. Il periodo di Carnevale è il momento che odia di più dell'anno, ventisei anni fa in questo periodo la sua vita è cambiata. In quel periodo era fidanzata con Noah Ryan, l'amore, l'amico e il compagno della sua vita.

"Noah Ryan era stato il mio primo amore. In tutto, per me, era stato il primo. Il mio primo ragazzo, fin dalla seconda elementare, quando mi aiutò a salire sulle pertiche al parco giochi e poi mi stampò un bacio sulla bocca. Mi regalava sassi speciali che raccoglieva in giro e mi teneva per mano quando facevamo la fila per il pranzo. Qualche anno dopo, Noah mi offrì la prima birra, la prima sigaretta e il primo vero bacio giocando a Obbligo o Verità. Fu il primo a spezzarmi il cuore, per poi rubarmelo di nuovo. Fu il primo a dirmi che mi amava, il primo che ricambiai, e con lui persi la verginità. Era la prima volta per entrambi."

Erano così uniti che quando scoprono di aspettare un bambino, nonostate la giovane età, vorrebbero tenerlo ma non avevano fatto i conti con la stronza della madre di Jules. Influenza così tanto Jules che le farà firmare l'adozione che l'allontanerà per sempre dal suo bambino. Questa decisione sconvolgerà Noah a tal punto che deciderà di andarsene e arruolarsi nella marina militare pur di non soffrire. Jules vive con questo dolore e questi ricordi ogni giorno della sua vita e nonostante la sua vita sia andata avanti e abbia un'altra figlia, quel bambino mai conosciuto la fa soffrire ancora. Un giorno si ritrova ad incrociare quegli occhi che non vedeva da anni: Noah è tornato e al suo fianco c'è la sua fidanzata incinta. Sentimenti contrastanti si alternano nel suo cuore e non sa come uscirne. Tutta la sua vita è stata vissuta dell'insoddisfazione seguendo tutto quello che la mamma aveva voluto per lei: vivere nella sua casa dopo la sua morte, rilevare la libreria e dare via il frutto del suo amore. Riuscirà Jules a non soccombere di nuovo all'amore travolgente che la legava a Noah? Riuscirà ad accettare i segreti che il passato le svelerà su sua madre?

«Cazzo, come fai ad avere
quest’effetto su di me, Jules?», chiese, con una rabbiosa frustrazione che gli arrochiva la voce. «Io non mi spezzo così. Perché mi fai sempre perdere il controllo?». Gli presi la faccia tra le mani per non perdere il terreno che avevo guadagnato.
«Questo non ti rende debole, Noah.»


Dire che questo libro mi è piaciuto è poco, ad ogni pagina non riuscivo a non girarne ancora un'altra e un'altra ancora. Mi sono innamorata di tutti i personaggi, esclusa la mamma di Jules. L'ha costretta a vivere una vita che non era la sua e ha giocato con la sua mente affinché si arrendesse alle sue volontà. Odio le persone che cercano di controllare le altre senza tenere conto di quello che vogliono realmente o condizionando il loro futuro. Noah invece tornerà cambiato, il suo lavoro in marina ha condizionato molto la sua personalità rendendolo freddo nei confronti dei sentimenti che lo assalgono. Mi ha fatto molta
tenerezza leggere della sofferenza che ha provato Noah, sia a diciassette anni quando è impotente davanti al suo destino, sia da adulto perché ancora una volta è impotente a causa delle decisioni altrui. Lo stile è molto scorrevole, non sarete capaci di chiudere il libro prima di arrivare alla fine. L'autrice ci permette di vivere sia il presente che il passato dei due protagonisti, con dei salti temporali molto significativi. Il flusso di coscienza e la narrazione è incentrata su Jules, una donna che non vive ma sopravvive, almeno fino a quando non verrà aiutata ad aprire gli occhi. I sentimenti che riuscirete ad assimilare vi renderanno partecipi di questa storia in prima persona. Non mi sento solo di consigliarvi questo libro ma pretendo che voi lo leggiate per poter capire a pieno le mie parole e la mia euforia. Buona lettura!



Voto libro - 5 Wow Bellissimo

Voto erotico - 2 Poco Casto




Nessun commento:

Posta un commento