Ultime segnalazioni

Amori


Autore: Léonor De Récondo

Genere: Letteratura e Narrativa


Provincia francese, 1908. Victoire, ventiquattro anni, è l’infelice moglie di Anselme di Boisvaillant, giovane e ambizioso notaio di cui non sopporta nemmeno la vicinanza; così, fra le mura lussuose della sua residenza con giardino, la vita le passa davanti comoda e vuota. Una prigione dorata che sembra socchiuderle i cancelli solo quando Céleste, la domestica diciassettenne della casa, rimane incinta. Victoire intuisce che il padre è Anselme, e in un sussulto di determinazione rivendica il diritto di tenere il piccolo per sé e crescerlo come un figlio. Ma essere madri è un’attitudine, e a lei basteranno pochi giorni per scoprirsi inadeguata, incapace perfino di tenerlo in braccio. E così, spinta dall’istinto materno, Céleste inizia a prendersi cura di suo figlio, di nascosto. Una notte, Victoire scorge la ragazza e il bambino addormentati insieme: sarà l’inizio di una passione travolgente. Forte di una scrittura che scorre elegante e seducente, con un incedere soave, un ritmo musicale, Léonor de Récondo accompagna il lettore in un viaggio nella Francia di inizio Novecento, dove le barriere sociali sembrano insormontabili. Amori è un romanzo commovente e delicato sulla scoperta dell’amore, in tutte le sue declinazioni. Ed è un fragoroso inno alla donna e alla femminilità.




Salve amiche del confine,
anche oggi mi trovo qui a parlare con voi e per voi di un libro che mi ha molto colpita, per la delicatezza delle parole usate dall'autrice, nel raccontare un amore, nato per caso, un amore diverso e senza speranza per i canoni dell'epoca in cui il romanzo e' ambientato. "Amori " di Léonor De Rècondo, edito dalla Rizzoli, e' ambientato nella provincia francese del 1908.
Victoire è la moglie triste ed annoiata di un famoso notaio. I due non riescono ad avere figli e lei prova ribrezzo ogni volta che il marito le si avvicina per tentare un approccio sessuale.
Céleste è una delle loro domestiche e subisce le incursioni notturne del padrone che scarica su di lei il suo desiderio e la sua frustrazione sessuale. Céleste rimane incinta e non appena si scopre, Victoire decide di permetterle di portare a termine la gravidanza e appropriarsi del bambino fingendo col mondo intero che sia frutto del suo grembo. Ben presto tutti si accorgono che Victoire non e' adatta a fare la madre e il bimbo
sta morendo per incuria. Céleste si occupa di lui la notte e il bambino ritorna forte e pieno di vita. Una notte Victoire scopre la madre e il figlio abbracciati nel sonno e incantata da tanta bellezza si spoglia e si sdraia con loro. Questo accadrà per parecchie notti fino a quando le due donne si scopriranno innamorate e prive della possibilità di un futuro insieme. Sarà Céleste a prendere in mano la situazione in un modo triste ed inaspettato. Questa bellissima storia d'amore tra due donne totalmente diverse e appartenenti alle estremità opposte della gerarchia sociale della Francia dei primi del 900, mi ha totalmente catturata per la delicatezza delle descrizioni dei sentimenti. Tutto il romanzo è pervaso dall'eleganza espressiva dell'autrice, che riesce a rendere anche le scene più erotiche tra le due donne, puramente innocenti e cariche di amore puro.

"Celeste è viva e la sento respirare, nel nascondiglio della sua pelle, io sono intera"

Victoire si sente sé stessa solo quando e' con Cèleste, che sia solo vicino a lei o respirando l'odore delle pieghe della sua carne.
Cèleste si identifica totalmente con la sua amata, come se le due abitassero lo stesso corpo. Celano un segreto indicibile che le rende donne nuove e piene di speranze. Progettano un futuro insieme in cui Victoire crede ciecamente e in cui Cèleste si accoccola solo per un po', perché conosce benissimo il suo tempo e qual è il suo posto. Un romanzo tutto al femminile che vi coinvolgerà totalmente, che non vi farà sentire la diversità dell'amore che si racconta. Capirete che non parla di persone, ma di sentimenti forti e combattivi che vi conquisteranno sin dalle prime pagine. Un abbraccio a tutte.



Voto libro - 4 Bellissimo


Voto erotico - 2 Poco Casto



1 commento:

  1. Bellissima recensione, mi hai incuriosita moltissimo tanto che vorrei proprio leggerlo!

    RispondiElimina