Ultime segnalazioni

Il giardino dei fiori segreti



Autore: Cristina Caboni

Genere: Narrativa

20 Ottobre


Londra, Chelsea Flower Show, la più grande mostra di fiori del mondo. Sotto gli archi carichi di rose, Iris Donati è felice: fra le piante si sente a casa. Una casa vera, quella che non ha mai avuto, perché fin da piccola ha vissuto in giro per il mondo sola con il padre. Mentre si china per osservare meglio una composizione, Iris rimane paralizzata. Si trova di fronte due occhi uguali ai suoi. Gli stessi capelli castani. Lo stesso viso. La ragazza che ha davanti è identica a lei. Viola è il suo nome. Anche lei ama i fiori e i suoi bouquet sono fra i più ricercati di Londra. Tutte le certezze di Iris crollano in un istante. Quella ragazza è la sua sorella gemella. Sono state divise da piccolissime, e per vent’anni nessuna delle due ha mai saputo dell’esistenza dell’altra. Perché? Ora che sono di nuovo riunite, Iris e Viola devono scoprirlo. Il segreto si nasconde in Italia, a Volterra, dove sono nate. Tra viali di cipressi e verdi declivi, sorge un’antica dimora circondata da un giardino sconfinato. È qui che i Donati vivono da generazioni. Ed è qui che Giulia Donati, la loro nonna, le aspetta. Solo lei può spiegare davvero perché sono state separate e aiutarle a trovare il sentiero giusto per compiere il loro destino. Iris e Viola non lo sanno, ma ogni coppia di gemelle della famiglia, da secoli, ha un compito da svolgere per salvaguardare la sopravvivenza del giardino. Devono imparare cosa significa prendersene cura, e soprattutto devono capire il suo grande potere: quello di curare l’anima. Ma c’è un mistero che affonda le radici nel passato della famiglia Donati, e che sta uccidendo il giardino. Solo Iris e Viola possono salvarlo. C’è una rosa nascosta che può spiegare tutto: perché è attraverso le spine che nasce il cuore più prezioso.



E se un giorno, con la consapevolezza di essere soli al mondo incontraste invece per caso un viso uguale al vostro? Stessi occhi spalancati per la sorpresa, stessa bocca che trema per l'emozione. Uguali, identiche. Che fareste? Scappereste pensando di essere vittima di allucinazioni oppure comincereste a chiedere spiegazioni alla persona che vi è più vicina? E' quello che accade a Iris Donati in questo bellissimo romanzo di Cristina Carboni, IL GIARDINO DEI FIORI SEGRETI. Iris è una giovane ragazza che vive col padre ad Amsterdam, dove lavora presso una rivista di giardinaggio. Non ha molto con cui passare le giornate se non i suoi amati fiori, le piante, che accudisce e ama senza riserve. La rivista per cui lavora la spedisce a Londra per scrivere un articolo sul Chelsea Flowers
Show. Mentre si aggira per i padiglioni e i giardini della manifestazione scorge uno sguardo, un viso, un corpo identico al suo e pensa di aver avuto una visione, una sorta di allucinazione. Ma l'altra ragazza se ne sta lì, ferma a guardarla con la stessa espressione di stupore negli occhi e Iris scuote la testa per cacciare via l'immagine assurda. Quando riapre gli occhi vede la ragazza scappare, la perde di vista tra la folla, rimane delusa e con uno strano senso di perdita. Non le rimane altro che raccontare tutto al padre, forse non sono soli al mondo, forse hanno una famiglia, dei parenti da qualche parte che non sapevano di avere. Ma quando si confida col padre, Francesco Donati, capisce dalla sua espressione che sotto c'è ben altro. Viene a sapere così che la madre non è morta come le era stato raccontato e che ha una sorella, una gemella di nome Viola. Nel frattempo a Londra, Viola mette alle strette la madre Claudia, e viene messa davanti alle stesse rivelazioni. Ma non è finita qui, perchè quando viene deciso che le due ragazze si incontreranno, una telefonata cambia i piani.  Giulia Donati, madre di Francesco, non che nonna delle due gemelle, sta molto male e chiama il figlio per vederlo un'ultima volta dopo 20 anni di silenzi. Così le ragazze scoprono che hanno anche una nonna, che vive in una antica tenuta di famiglia in Toscana, La Spinosa. La Spinosa non è solo una enorme casa imponente come un castello, è anche una distesa di ettari e ettari di terreno fatto di boschi e giardini che si estendono sulle colline toscane. Tutto è avvolto dal mistero in quella tenuta e le ragazze, che man mano imparano a conoscersi e a sentire il legame tipico fra gemelli, vengono incuriosite e indotte ad indagare. Cosa nasconde la nonna? Perchè il giardino sembra morto? Quanto c'e' di vero nella leggenda che racconta delle "fate dei fiori", due giardiniere a guardia del famoso giardino, "una per i viandanti e una per la rosa dei mille anni"? Una storia ricca di colpi di scena e di misteri affascinanti che racchiude in sè anche un pizzico di magia. Due sorelle, gemelle, che riscoprono il loro legame indissolubile che, in fondo, non si era mai perso.

"Ci hanno divise, ma il nostro destino ci aspetta, perchè tra le spine ogni rosa cresce più forte"

Una vicenda di sentimenti e riappacificazione che riscalda il cuore e alimenta la speranza. Il mistero di una leggenda che forse tanto leggenda non è e che mostra il cammino, il destino di ogni personaggio legato ad essa. Mi è piaciuto tantissimo leggere questo libro. Nei primi capitoli ho fatto un po' fatica perchè andava avanti lento e non lasciava presagire tutto quello che mi stava aspettando nei capitoli successivi. Proprio questa inattesa svolta rende il romanzo intrigante e appassionante. La continua ricerca dei tasselli mancanti che le ragazze rincorrono nelle loro avventure notturne all'interno della villa o tra i boschi, ti rende partecipe e in un continuo stato d'attesa. Sempre un passo vicino alla risoluzione senza arrivare mai, fino alla fine, quando le rivelazioni di nonna Giulia sconvolgono tutti, anche il lettore. Lo stile elegante, anche se non sempre fluido, cala il tutto in un'atmosfera fiabesca, dove i confini tra il reale e il magico sono sempre molto sottili. Consigliato caldamente a chi cerca una lettura delicata, fatta di sentimenti e speranza, di tenacia e magia. Per me, uno dei più bei romanzi di narrativa contemporanea letti nell'ultimo anno!
Alla prossima.



Voto Storia - 4 Bellissimo










1 commento: