Ultime segnalazioni

Io sono buio


Genere: Horror

Autore: Kiersten White

24 Novembre

Ecco Lada, principessa guerriera. Ha 16 anni, è figlia del conte Vlad ed è disposta a tutto per salvare suo fratello. Anche ucciderlo.




Buona sera lettrici!
Oggi vi parlo di “Io sono buio” di Kiersten White, romanzo YA Fantasy uscito il 24 Novembre 2016 ed edito Fabbri. Protagonista di questa nuova trilogia è Lada Dragwlya, figlia del temibile Vlad Dracul. Lada non è come le altre principesse, è bramosa di potere e non si fa nessuno scrupolo per avere ciò che vuole, qualsiasi sia il metodo per ottenerlo. Radu, il fratello minore, è il suo esatto opposto, dolce e sensibile, è sempre stato vittima dei potenti ed anche di sua sorella. Ma il doppio gioco politico del padre presto porterà dei cambiamenti, dovendo fuggire dopo il tradimento del loro fratello maggiore, il padre porterà i due figli minori a nascondersi nel palazzo del Sultano nell’Impero Ottomano. 

"Tutti dobbiamo morire, prima o poi. E non permetterò a Mircea di ucciderti. Se qualcuno ti ucciderà, quella sarò io. Chiaro?”

Tra intrighi di corte, una cultura diversa e nessun alleato, Lada sa che se vuole vivere dovrà essere un passo avanti al nemico, soprattutto nascondere il suo affetto per Radu se vuole farlo sopravvivere e poter tornare nella loro terra natia per vendicarsi. Che dire, un romanzo che mi ha lasciata sorpresa. Lada è un personaggio che normalmente non troviamo mai come protagonista, anzi di solito è quel personaggio negativo, crudele che cerca sempre di ostacolare il protagonista. Mi è piaciuta molto questa diversità; forte, crudele e intraprendente, non si lascia trascinare dai legami che potrebbero indebolirla. È pronta ad usare qualsiasi mezzo per i suoi scopi ed è pronta a sporcarsi le mani. Radu d’altro canto è l’esatto opposto, è sensibile e cauto… prima di agire ragiona e prende in analisi qualsiasi informazione. Insieme potrebbero essere un duo temibile ma le diversità di carattere rendono difficile l’unione. È ambientato in un’epoca difficile: piena di orrori, morti, battaglie ed intrighi di potere.

Questo non è un libro la cui lettura ci farà sognare, ma ci terrà sulle spine e curiosi di sapere come i protagonisti possano sopravvivere in un’era così crudele. La storia è avvincente e ci narra elementi dell’epoca che normalmente leggiamo in romanzi molto più leggeri, o precisamente storici di informazione, per quanto sia immaginaria questa avventura. Andando avanti nella storia conosceremo meglio i protagonisti e la loro crescita in luoghi ostili e minacciosi, come verranno a fronte dei loro cambiamenti e di come crescendo veniamo a conoscenza di come siano realmente, capacità e sentimenti. Tra azione, intrighi e sangue, i sentimenti non hanno molto spazio, quel poco che troviamo in questo romanzo è messo in sottofondo e non gli viene dato nessun peso; per essere una romantica fino al midollo questo elemento non mi ha fatto godere a pieno di questa storia, ma alla fine non sono riuscita a staccarmi da questo libro. A parte questo elemento, che mi piacerebbe trovare nelle mie letture e che in questa non ho trovato, ho trovato un altro elemento che mi ha lasciato perplessa. Troveremo un personaggio nella storia che dopo esser stato descritto in maniera molto particolare ad un certo punto della storia sparirà dalla vista anche se doveva essere al centro della storia; certo, questo è il primo romanzo quindi ci può stare che avrà un ruolo più importante nel seguente libro. Vorrei spendere due parole sulla copertina, rimasta uguale da quella originale, sono rimasta colpita dalla sua particolarità, la quale è stata il primo elemento ad attirarmi in questo libro.
Detto questo, spero di avervi incuriosito e se vi cimenterete in questo libro vi auguro una buona lettura!
A presto.


Voto libro - 3 Più che Bello






Nessun commento:

Posta un commento