Ultime segnalazioni

Voglio noi


Genere: Romance

Autore: Elisa Gentile

23 Gennaio

Celeste ha poco più di vent’anni ed è la madre di Axel. Ma Celeste è anche Cleo, ovvero la ragazza che lavora part-time in un supermercato e vive una storia d’amore molto passionale con un ammiraglio della Marina inglese. E infine, Celeste è Blue, una spogliarellista in un locale che si chiama Sublime… Matteo ha quasi trent’anni, ha lasciato Bologna per sfuggire al suo passato e si è trasferito a Vignola, dove vive insieme alla sua compagna, Lea. A loro Celeste lascia Axel quando la notte lavora al Sublime. Matteo la disprezza per questo. Durante l’addio al nubilato di un suo amico, il ragazzo scopre che Celeste e Blue sono la stessa persona. A questo punto, l'astio nei suoi confronti si trasforma in vero odio, prima di lasciare spazio a un sentimento travolgente che mai avrebbe pensato di poter provare…

Ciao Readers,
oggi sono qui per parlarvi di "Voglio noi" di Elisa Gentile, edito Newton Compton Editori. Non so perché ma avevo alte aspirazioni per questo libro, ma andiamo con calma.

Celeste, Cleo per gli amici, ha poco più di vent'anni e dopo lo scandalo di essere rimasta incinta da giovane, i genitori, ricchi imprenditori, non intendono saperne niente né della figlia né del nipote. Abbandonata anche dal fidanzatino, si rimbocca le maniche e tra fare la cassiera di giorno e la spogliarellista, nelle vesti di Blue, di notte, riesce a portare avanti la casa.
Nessuno sa della sua doppia vita, tranne Lea, la ragazza che si occupa di Axel quando va al lavoro. Lea è molto dolce con il bambino, si occupa di lui sia di giorno che di notte senza mai lamentarsi, vive con il suo fidanzato Matteo che non approva il modo di fare la mamma di Celeste. Non sapendo della sua doppia vita, giudica il suo modo di razionare il tempo con il figlio, convinto che preferisca stare con il compagno. Cleo sopporta le frecciatine non tanto velate di Matteo perché ha bisogno di Lea, quindi ogni volta prova ad appianare i rapporti senza successo. Matteo è completamente apatico nei suoi confronti: non nasconde il suo astio, è pieno di rabbia senza apparente motivo. Quando poi scopre la verità su Blue le cose peggiorano.

“Mi tormenta l'idea di quel bambino, di quella creatura costretta a vivere con... con quella! Dio, come può una come lei crescere un bambino? Come si può pretendere che cresca sano con una madre che si spoglia per gli altri uomini?”

Celeste/Cleo/Blue è una donna che ha deciso di farcela con le sue forze pur di tenersi suo figlio, Axel. Fino a questo momento il suo ruolo di madre merita molta stima, come anche il suo ruolo di donna visto che riesce a dedicarsi anche al suo "compagno": Shannon. Quest'ultimo vive a Londra ma, quando può, passa a trovarla per stare con lei e già da questo, donne, si può capire che qualcosa non quadra. La doppia vita di Cleo è possibile grazie all'aiuto di Lea, senza lei non saprebbe come fare. Proprio per questo motivo non capisco come Cleo possa tradirla andando a letto con Matteo. Ammetto che sono rimasta molto delusa da lei. Matteo è un pompiere ed è molto amato dal piccolo Axel. Non so come definire questo personaggio; una persona che denigra, offende e fa del male ad una donna, senza saperne niente per me non vale nulla. Per la prima volta non c'è un vero protagonista maschile. È più uomo il piccolo Axel che lui. Quando poi scopre la doppia vita di Cleo, diventa ancora peggio. Al posto di Celeste probabilmente lo avrei picchiato per le continue offese, non so chi crede di essere per giudicare le scelte altrui. Non importa il passato duro che una persona subisce, davanti ad una donna che cade a causa sua non può abbandonarla e andarsene. L'unica persona che non si spiega tutto questo astio è Lea, che si preoccupa dello strano interesse tra i due. E avrà ragione. I due non si preoccuperanno minimamente dei sentimenti della povera ragazza. Mi aspettavo un po' di delicatezza da parte di Cleo, dopo l'esperienza di Shannon, credevo fosse una brava persona e rispettasse colei che l'ha aiutata e protetta. Matteo invece passa dall'odiarla il giorno prima all'amarla follemente il giorno dopo. Mai vista una cosa del genere, un cambiamento così repentino non è ammesso, addirittura dopo il primo giorno parla già di mantenere la "famiglia". La storia non è brutta, anzi ammetto che ero curiosa di sapere cosa sarebbe successo pagina dopo pagina. Il problema si creava quando entrava in scena Matteo. Mi arrabbiavo maledettamente. A volte venivano descritte cose senza un motivo utile o specificate altre che si capivano al volo, ma non posso lamentarmi. Mi sono affezionata e dispiaciuta molte volte per Cleo e Axel, insieme sono davvero molto belli. Il legame che li unisce mi faceva dimenticare ogni offesa pronunciata da Matteo. Voglio incitare l'autrice con questo voto perchè spero vivamente che, la prossima volta, si rifaccia creando un personaggio maschile degno di questo nome.
Buona lettura.



Voto libro - 3 Bello

Voto erotico - 3 Sexy







Nessun commento:

Posta un commento