Ultime segnalazioni

Quando l'amore nasce in libreria


Autore: Veronica Henry

Genere: Narrativa

9 Febbraio

In uno stretto vicolo di un minuscolo paesino vicino a Oxford si nasconde un posto speciale. È una piccola libreria, tutta di legno. Gli scaffali arrivano fino al soffitto e pile di libri occupano ogni angolo disponibile. Il suo nome è Nightingale Books ed è proprio qui che Emilia è cresciuta. Fra le pagine di Madame Bovary e una prima edizione di Emma di Jane Austen, Emilia ha imparato che i libri possono anche curare l’anima. È proprio questo che suo padre ha fatto per tutta la sua vita e ora è compito di Emilia: aiutare i suoi clienti grazie ai libri. Thomasina, timida e introversa, ha scoperto la cucina e l’amore attraverso i romanzi di Proust e i libri del cuoco Anthony Bourdain; Sarah, la proprietaria dell’antica villa di Peasebrook Manor, trova il suo unico conforto tra le righe di Anna Karenina; Jackson riesce a comunicare con suo figlio solo grazie al Piccolo principe. Perché per ogni dolore, per ogni dubbio, per ogni momento difficile esiste il libro giusto. Un libro che ti può salvare. 
Un libro che può farti trovare l’amore. Ma adesso la libreria è in pericolo. I conti proprio non tornano, i creditori stanno diventando pressanti e un uomo d’affari senza scrupoli vorrebbe costruire al suo posto degli appartamenti di lusso. La tentazione di vendere è enorme, ma Emilia deve tenere fede alla promessa che ha fatto al padre, deve lottare per la Nightingale Books. Deve continuare ad aiutare gli altri attraverso le pagine dei libri. Grazie alle parole di Camus, Salinger, Burgess e Kerouac, forse Emilia riuscirà a trovare la chiave per risolvere i suoi problemi. Manca solo quella per aprire il suo cuore.

 Salve lettori! Oggi vi parlo di un libro pubblicato dalla casa editrice Garzanti, uscito nelle nostre librerie il 9 febbraio. Protagonista e location del romanzo è proprio una libreria! Vi sto parlando di: "Quando l'amore nasce in libreria" di Veronica Henry.  La storia, anzi le storie girano intorno alla libreria Nightingale Books, nel paesino di Peasebrook in Inghilterra.  Peasebrook è uno di quei paesi in cui tutti conoscono tutti, in cui la vita è semplice ma piena di soddisfazioni. La Nightingale Books è la sua unica libreria ed è diventata, grazie al suo proprietario, Julius Nightingale, un punto di riferimento per i cittadini.  La Nightingale Books non è solo una libreria, è un luogo in cui nascosti tra gli scaffali ci sono le soluzioni ai propri problemi, la chiave per ritrovare sé stessi o semplicemente la via di fuga dalla vita di campagna.
Che abbia le pagine ingiallite o sia candido perché appena stampato, ogni libro possiede quel pezzo che manca a chi lo legge. E Julius era bravissimo a trovare il libro adatto affinché
quel pezzo potesse essere messo al suo posto.  Finché una malattia non l'ha portato via, lasciando tutto nelle mani della figlia Emilia.  Emilia non sa quello che vuole, ma sa sicuramente che non può chiudere la Nightingale Books. Sia per il ricordo di sua padre, sia perché farebbe un torto a tutte le persone che l'hanno voluto bene e che grazie a lui hanno trovato il proprio posto. Ma non sempre le cose vanno come vorremmo. Sarebbe bello vivere in un mondo in cui i desideri e le buone intenzioni portino avanti il mondo ma, come si accorge ben presto Emilia, queste due cose non bastano.  Julius, inconsapevolmente, ha accumulato debiti su debiti, perché le entrate non erano mai pari alle uscite. Julius amava il suo lavoro e questo l'ha portato a perdere di vista l'obiettivo di un'attività commerciale.

“Dopo la riunione con Andrea, aveva provato un sentimento di rabbia nei confronti di suo padre. Non era il modo di gestire un’attività, lasciare le fatture insolute. Ma cominciava a rendersi conto che Julius non aveva mai considerato la Nightingale Books come un’attività, bensì come uno stile di vita. La questione era se sarebbe stato anche per lei uno stile di vita oppure no.”

Le cose per Emilia si rivelano più difficili di quello che aveva pensato inizialmente e dovrà fare una scelta: rischiare il tutto per tutto per tenere la libreria aperta o vendere ad un magnate e andare il più lontano possibile dai ricordi.  Alla storia di Emilia si intrecceranno quelle degli abitanti di Peasebrook che, in un modo o nell'altro, sono legate alla libreria.
Thomasina, una donna bravissima ma la cui timidezza non le permette di parlare con nessuno, trova la sicurezza solo in cucina e tra i libri di cucina. Proprio tra questi libri della Nightingale Books trova l'amore, ma riuscirà a superare la timidezza e prenderlo?  June, donna d'affari in pensione, ricorda e soffre ancora per un vecchio amore con una star di Hollywood, un amore che l'ha accesa come una fiamma per poi spegnerla con un getto d'acqua improvviso e che tra gli scaffali della libreria potrebbe riaccendersi di nuovo. Bea, art director a Londra, ormai mamma e casalinga, non riesce più a dare quello sprint che Londra dava alla sua vita. Bea ama sua figlia, ama il fatto di essere riuscita ad attuare la vita perfetta che disegnava nella rivista in cui lavorava, ma fare marmellate e lavare maglioni a mano non fa per lei. E questo sta minando anche il suo matrimonio. Aiutare Emilia dandole idee per la libreria è l'unico momento in cui ritorna se stessa, ma questo potrà mai bastare?  Jackson è un fallimento come marito ma non vuole diventarlo anche come padre per suo figlio Finn. Jackson lavora per Ian Mendip, il magnate che vuole comprare la libreria, che gli ordina di conquistare la libraia per farla vendere, ma Jackson rinuncerà presto a questo lavoro. Attraverso i libri che Emilia gli ha consigliato è riuscito a raggiungere un rapporto più profondo con Finn e gli hanno anche dato la forza di riprendersi sua moglie.  Sarah, la proprietaria di Peasebrook Manor, oltre ai libri, nella libreria ha trovato anche l'amore. L'amore di Julius, forte, profondo, puro ma ormai andato. Deve farsi forza e andare avanti per la proprietà e sopratutto per la figlia Alice.  Alice, non vede il male in nessuno e sta per sposarsi con Hugh. Ma non è Hugh a farle sentire le farfalle nello stomaco, è Dillon, il giardiniere della tenuta, che la fa sentire protetta e amata.  Tanti problemi, tante lotte e sacrifici per una vita perfetta, per salvare la propria casa o la propria attività. Tutte queste storie girano intorno alla libreria perché è proprio la Nightingale Books a dare la spinta per il cambiamento e, attraverso la lettura, la soluzione o anche solo chiarezza nell'oscurità delle incertezze.
All'inizio ero titubante su questa storia, ma piano piano, capitolo dopo capitolo, attraverso la bellissima cittadina e l'atmosfera accogliente della libreria, mi sono ricreduta.
Sembra una storia banale, ma la scrittrice è riuscita a renderla unica. Durante la lettura mi sembrava di essere caduta in quella cittadina di campagna, di poter camminare per quelle viuzze strette e dorate, di entrare nella Nightingale Books e soffrire con Emilia per la sua perdita e i suoi dubbi. Sembra di vivere ogni singola storia, immersi nella magia dei libri.
I libri, che siano grandi classici o per bambini, hanno dentro di loro la chiave per la felicità. Basta cercarla e sapere come utilizzarla.  "Quando l'amore nasce in libreria" è un romanzo che riesce a raccogliere perfettamente l'essenza dei libri, dell'aiuto che questi offrono a chi ne ha, inconsapevolmente, bisogno. Un libro per amare i libri, una libreria per capire il valore della vita.  È una lettura che consiglio vivamente. Scorrevole ma profonda e soprattutto magica. Chissà che tra le sue pagine non troverete la soluzione o la forza per i problemi quotidiani. Baci.


Voto storia - 4 Molto Bella 



Nessun commento:

Posta un commento