Ultime segnalazioni

Phoneplay



Genere: Romance

Autore: Morgane Bicail

Data: 04/04/2017


Alyssa ha sedici anni, studia al liceo e pensa che la sua vita sia una noia mortale. Ogni giorno le stesse cose: famiglia, scuola, compiti e tutto il resto, mai un’avventura che le possa cambiare la giornata. Una sera, però, riceve un sms da un numero che non conosce e che dice solamente “Buonasera Alyssa”. La ragazza, incosciente, risponde allo sconosciuto che le propone di partecipare al seguente gioco: se Alyssa indovinerà la sua identità, lui diventerà suo per sempre. Per Alyssa è l’occasione che aspettava per uscire dalla routine. Anche se questo significa fare un salto nel vuoto e assumersi un grosso rischio. E se questo fantomatico Jamie fosse uno spostato o peggio ancora un malintenzionato? Fino a dove Alyssa è disposta ad arrivare per un ragazzo di cui non sa nulla?

Salve readers,
anche se sono dovuta restare sveglia questa notte, non potevo staccarmi da un regalo che mi ha voluto fare la Newton Compton, in anteprima: Phoneplay di Morgane Bicail.
Alyssa non ha un preciso interesse nella vita, è semplicemente annoiata da tutto e tutti. I suoi genitori pretendono troppo da lei, il suo fingere di essere la figlia perfetta, l'amica troppo interessata alla sua vita amorosa inesistente, il suo migliore amico trasferitosi in America, tutto questo non fa altro che annoiarla. Proprio per questo motivo, quando le arriva un messaggio da uno sconosciuto, invece di fare come si insegna ad ogni bambino, di non parlare con chi non si conosce, lei, per passare il tempo, ci parla eccome. Lui le spiega che è un gioco e che se lei riuscirà a scoprire la sua identità, sarà suo per sempre. Alyssa non è poi molto interessata a chi sia lo sconosciuto, quanto più al fatto che con lui sta vivendo qualcosa di speciale. Di fatti Lui si lamenta del disinteresse della nostra protagonista che sembra non chiedere o sforzarsi nelle ricerche, anzi parlano di tutto ma non di chi si nasconde dietro i messaggi. 

Ma nella realtà c'è un altro ragazzo, Matt, che sembra interessato a lei. Alyssa dal canto suo rimane affascinata dalla sua bellezza ma a frenarla è l'avvertimento del nostro sconosciuto. Il ragazzo che corteggia Aly è l'unico che il nostro Lui odia. Cosa c'è sotto a tutta questa storia? Questo gioco quante persone coinvolge? Riuscirà Aly a scoprire chi è Lui e a non farsi spezzare il cuore?
Dire che all'inizio ero titubante, è dir poco. In questo periodo ho letto molti Young Adult provenienti da Wattpad, ormai sembra una moda ben avviata. Solo dopo, quando ho letto che questo romanzo è stato scritto da una quattordicenne, ho sperato con tutta me stessa di sbagliarmi. Sono rimasta sbalordita dall'autrice, è stata semplicemente fantastica. Per la sua giovane età, ha un ritmo e una scelta di parole perfetti. Non solo sa quando accelerare o quando rallentare la narrazione, ma io riuscivo a ragionare a tempo con la protagonista. Avevamo le stesse intuizioni, vere o sbagliate che fossero, io "ero" la protagonista. Il bisogno di sapere chi fosse lo sconosciuto mi ha divorato, anche perché quando pensavo di aver capito e anche la protagonista lo pensava, cadevano le nostre tesi. Alyssa è un personaggio difficile, il mondo la scoccia perché lei finge costantemente. I genitori vedono per lei un futuro che non le appartiene ma non vuole deluderli; è decisamente apatica con le sue amiche, non riesce a capire determinate emozioni che si provano quando si vuole bene a qualcuno, eppure dovrebbe averle provate avendo un migliore amico, Louis. Il gioco per lei è quella scarica di adrenalina che le serve per vivere a pieno la propria vita. Molto brava l'autrice nel creare una ragazza che non sia per forza la più bella, la più brava o la più ricercata, anzi ha molti difetti. Questa ragazza non se la fila nessuno, fino al momento del gioco. Mi sarebbe piaciuto se si fosse impegnata nelle ricerche, avrebbe dato un emozione in più al lettore. Lui invece è molto dolce, insicuro, anche se a tratti mi ha inquietato. Sembrava sapere tutto quello che faceva la protagonista e ammetto che la cosa mi ha spaventata un poco. È vero che non amo i romanzi psicologici, ma sembrava che lui stesse tutto il tempo a sorvegliarla e mi sono spaventata. Poi questo senso di inquietudine è passato subito e mi sono goduta a pieno la lettura. Ho solo una pecca da dover raccontare, il finale mi ha lasciato l'amaro in bocca. Non mi importa se ci sarà un altro libro come si vocifera, il finale è in contraddizione con il resto del libro, ha rovinato un po' tutto. A prescindere dal dopo, avrei preferito che il libro si chiudesse con maestria, come era iniziato e non troppo vago. Ci sono cose che dovevano essere spiegate e invece si è sorvolato. Ed è un peccato perché Morgane Bicail non ha sbagliato o arronzato null'altro. La narrazione è prettamente dalla parte della nostra protagonista ma ogni tanto salta fuori un capitolo dedicato a Lui che ci permette di capire alcune cose che altrimenti, solo con il flusso di coscienza di Aly, non ci sarebbe possibile capire. Credo di avervi raccontato tutto, nei limiti, e se volete sapere se consiglio questo libro alle ragazzine, la mia risposta è sì ma non solo a loro. Lo consiglio a tutti perché vale davvero la pena di leggerlo per la sua dolcezza. Buona lettura!


Voto libro - 4 Bellissimo





Nessun commento:

Posta un commento