Ultime segnalazioni

Anime di Luce


 Genere: Fantasy

Autrice: Lina Giudetti


Questo romanzo, è il sequel di "Anime di luce - Miracoli di Atlantide" e spostandosi un po' in avanti nel tempo, continua a raccontare le avventure della famiglia di Orthros e Araton e dei loro amici. Questa volta, un diluvio universale e numerose altre catastrofi naturali si apprestano ad abbattersi sulla terra per purificarla dal degrado in cui l'umanità corrotta l'ha fatta cadere e Atlantide, sembra destinata a scomparire per sempre, ingoiata dalle acque, quando Samira, la figlia di Araton, viene rapita e venduta a una tribù di Amazzoni. Il suo fidanzato Andros, forte e valoroso guerriero di Atena, beneficiando dell'aiuto degli Dèi, decide di partire per andare a cercarla e salvarla anche se sa di avere a disposizione solo poche settimane per riuscirci… Zeus incarica Hermes di radunare della gente buona per salvarla da ogni calamità, facendola salire a bordo di un'arca speciale da condurre principalmente sott'acqua. Al termine del diluvio, non appena la terra si asciuga, lui e gli altri sbarcano nell'antica città di Zarahemla, dove faranno fiorire diverse civiltà come Maya, Inca e Aztechi. Ce la farà dunque Andros a ritrovare Samira e a ritornare con lei ad Atlantide affinché Hermes salvi e imbarchi anche loro nell'arca, prima che il diluvio abbia inizio?

Amiche del confine,
Cosa state leggendo? In che mondo magico vi siete catapultate? Io grazie all'autrice Lidia Giudetti e al suo "Anime di Luce - Tumulto ad Atlantide" sono entrata nel fantastico mondo della mitologia greca. L'autrice, infatti, si è ispirata a "Le metamorfosi" di Ovidio per raccontarci il mito di Perseo, ma la storia, come lei preannuncia, non è fedele alla mitologia.
Danae è una giovane donna chiusa in una torre a causa di una previsione che suo padre, Acrisio, aveva ricevuto tanti anni prima dall'oracolo della sua città. Infatti, il tiranno Acrisio era stato avvisato anni prima che suo nipote, figlio di Danae, lo avrebbe ucciso.
Rinchiusa nella torre, Danae ogni sera prega gli dei di liberarla con la morte e un giorno, addolorato dai suoi pianti, Zeus decide di farle visita facendole un dono speciale. Grazie al potere degli dei, Zeus può infatti concepire un figlio unendo la sua essenza a quella di Danae, senza rapporto carnale, e così Zeus mette incinta la donna. Il figlio che nascerà Zeus le annuncia che sarà un distruttore, e per questo si chiamerà Perseo. Acrisio, scoperto che sua figlia aveva avuto un figlio dal Dio della terra, decide di non ucciderli per timore dell'ira di Zeus, ma di legare sua figlia e suo nipote in una barca per poi buttarli in mare. Poseidone, su richiesta di suo fratello, mantenne il mare calmo permettendo ai due di raggiungere l'isola di Serifo, nel Mar Egeo, dove vengono accolti dal re Polidette e da suo fratello Ditti.
Anni dopo l'arrivo a Serifo Danae si ammala, e nonostante il re Polidette ordina ai suoi servi di andare a prendere su una montagna delle erbe per curarla, nessuno ha il coraggio di andare, consapevoli che da quella montagna nessuno torna vivo. Così, deciso a salvare sua madre, Perseo si fa avanti e decide di sfidare la sorte. Più potente degli umani, Perseo arriva a scalare buona parte della montagna, ma nonostante questo non riesce ad arrivare i cima e quando la speranza sembrava abbandonarlo ecco che arriva Hermes, suo fratello e
messaggero degli dei. Hermes gli racconta la sua storia, e spiega a Perseo che anche lui è figlio di Zeus, ma Perseo sentendosi preso in giro non gli crede. Ma per amore di sua madre decide di fare un patto con Hermes: se Perseo incontrerà suo padre, Zeus, Hermes salverà sua madre con i suoi poteri. Finalmente Perseo va incontro al suo destino. 
Dopo aver chiarito con suo figlio, Zeus decide che per il sedicesimo compleanno Perseo potrà avere qualunque cosa, esprimere un qualunque desiderio. Perseo decide dopo aver provato la battaglia sulla sua pelle, di diventare un guerriero. Zeus allora lo manda da sua figlia, Atena, sul monte Chien, ad allenarsi con il suo esercito. Da allora Perseo divenne un grande guerriero, nobile d'animo e forte nello spirito. L'autrice, in questo romanzo, narra le gesta dell'eroe Perseo: dalla leggenda di Medusa, al suo amore per Andromeda. 


Premetto che non ho letto i romanzi che anticipano questa serie, quindi per me, tuffarmi in questa lettura, è stata un'esperienza più che nuova.
L'autrice racconta in questa serie le opere degli dèi, le loro passioni e i loro amori, e in questo romanzo si sofferma sulle avventure di Perseo.
A me il semidio era un personaggio sconosciuto, e sono felice di aver intrapreso questa avventura. Nonostante infatti non sia il genere che di solito leggo e recensisco per voi, questo romanzo mi ha praticamente stregato, e se all'inizio ero terrorizzata da questa lettura pensando che fosse lunga e impegnativa, alla fine posso dire di essere partita con dei pregiudizi. La lettura infatti scorre velocemente, e il libro anche se piuttosto lungo finisce in poche ore. Inoltre nonostante io sia amante del rosa, non mi è pesato per nulla l'assenza di romanticismo, anzi, l'amore di Andromeda e Perseo, nonostante non sia dettagliato, mi è parso comunque vero e intenso. Ma non è l'amore il protagonista di questa lettura, bensì le opere di un semidio da cui ho appena scoperto deriva Ercole. 
L'autrice infatti, non manca di dettagli sulla stirpe di Antartide, e non manca di dettagli sulle sue gesta. Conosciamo dunque un personaggio forse secondario della tradizione greca, ma molto interessante. Perseo è infatti nobile e sensibile come suo padre, e dolce come sua madre. Si rivelerà infatti un eroe per gli uomini, e solo grazie a lui l'umanità farà dei progressi. Dalla sua dinastia nasceranno guerrieri nobili che renderanno Zeus fiero di suo figlio.

"Il contributo che Perseo e Andromeda avevano offerto al Pianeta Terra dunque, era stato molto importante e il loro amore era stato talmente puro, profondo e caro al ricordo dell'umanità, che rimase suggellato dalle stelle per sempre."

Una storia interessante che appassiona anche chi non ama il genere. Lina Giudetti ha un tratto semplice ma mai scontato che appassiona già dalle prime pagine, e che, con il mito di coloro che dominano le stelle, è riuscita a dominare anche il mio cuore.
Buona lettura!


Voto libro 4 - Bellissimo






Nessun commento:

Posta un commento