Ultime segnalazioni

Prima che sia domani



Autore: Clare Swatman

Genere: Letteratura e Narrativa

30 Maggio




Trovi la tua anima gemella... Alcune persone non si accorgono di essere in presenza dell'amore della loro vita neanche quando se lo ritrovano proprio davanti agli occhi. Per Ed e Zoe è stato così: si sono incontrati il primo giorno di università, hanno condiviso anni bellissimi come coinquilini nello stesso appartamento, si sono innamorati... Si sono persi di vista... Poi le loro strade si sono incrociate più volte ma, per motivi sempre diversi, sembrava che non fosse mai il momento giusto.


Solo anni più tardi, dopo che entrambi si sono lasciati alle spalle varie esperienze, il loro amore è finalmente sbocciato...

... e poi succede qualcosa di inimmagina- bile. Un giorno, mentre stava andando al lavoro in bicicletta, Ed viene coinvolto in un incidente. Zoe è letteralmente incapace di reagire a un evento così tragico, non riesce a trovare una maniera per sopravvivere. Non è pronta a lasciare andare i ricordi. Come può dimenticare tutti i momenti felici, dal loro primo bacio a tutta una vita costruita insieme? Ma, soprattutto, Zoe è tormentata dalla consapevolezza che ci sono delle cose che avrebbe assolutamente dovuto dire a Ed...

Ma forse non è troppo tardi..



Buona settimana a tutte,
a volte la vita ci riserva amare sorprese, situazioni senza più rimedio che portano sofferenza e dolore. Ci ritroviamo a pensare : "E se avessi fatto in un altro modo?", "E se avessi detto le parole giuste al momento giusto?" Ma tutti questi "e se" rimangono solo ipotesi inutili e ci rassegniamo alla vita che è andata così come è andata.
La protagonista del libro che ho letto questa settimana grazie alla Mondadori, invece ha avuto la possibilità di cambiare quel momento unico in cui la sua vita si è distrutta. Si tratta del romanzo "Prima che sia domani" di Clare Swatman, uscito il 30 Maggio con la Mondadori.
Zoe è distrutta, il marito Ed che ha amato per metà della sua vita è morto in un incidente stradale mentre andava a lavoro in bici. A parte il dolore per la perdita, Zoe è affranta perché non è riuscita a dire al marito quanto lo amava, la mattina dell'incidente lo aveva trattato male come spesso accadeva negli ultimi tempi, e adesso il rammarico la sta uccidendo.
Sono passati due mesi e Zoe non è ancora riuscita a trovare un pò di pace, durante un momento di follia in cui mette a soqquadro il giardino di casa, che suo marito amava, scivola e sbatte la testa, perdendo i sensi. Quando si risveglia però non si trova in casa sua, nemmeno in ospedale, ma nella stanza della casa dei genitori. Niente di strano, se solo non fosse per il fatto che il tempo non è quello presente ma quello passato.
Zoe si risveglia in giorno in cui lascia la casa di famiglia per andare al college, il giorno in cui per la prima volta incontrò l'amore della sua vita, Ed. Non riesce a crederci, pensa di essere impazzita, ma si convince di avere almeno la possibilità di rivedere Ed da vivo. Da questo giorno in poi, Zoe si ritrova a vivere alcuni dei giorni più significativi del rapporto tra lei ed Ed, non capisce il perché ma pensa di poter avere la possibilità di cambiare qualcosa nel giorno della morte del marito e comincia a sperare che quella sia una chance per svegliarsi nel presente col marito accanto. Riuscirà davvero a cambiare il presente agendo sul passato? Tutto quello che sta rivivendo è reale o sta solo sognando? Bene, basta leggere il romanzo e arrivare fino alla fine per scoprire tutto quanto.
Una storia tra realtà e fantasia che è riuscita a tenermi incollata alle pagine per arrivare alla fine e cercare di scoprire cosa stava realmente accadendo a Zoe, e se veramente si era ritrovata per una strana magia a rivivere i momenti più felici e quelli più tristi della vita di coppia, o se era solo un sogno indotto dalla botta presa alla testa.
Il racconto in sé mi è piaciuto molto. E' narrato bene, la lettura è scorrevole e lo stile è diretto e senza fronzoli. Le emozioni sono forti, veramente. Mi si è stretto il cuore per questa coppia di innamorati che andava avanti e indietro come la marea, in un rapporto con troppi bassi e pochi alti forzati, ma che era segnato da un amore vero, puro, reale, forte.
All'interno della trama sono stati toccati parecchi argomenti dolorosi come l'impossibilità di avere un figlio e la lotta continua nel cercare di averne uno. Quella battaglia che, quando diventa un'insana ossessione, logora il rapporto, spegne la passione e uccide l'amore. Ci si perde tra i tentativi e le analisi, ci si odia di più ad ogni insuccesso, e ci si incolpa perché un colpevole ci vuole sempre per sfogare la frustrazione. Questa parte del romanzo è quella che mi ha fatto più male insieme alla sofferenza di Zoe per la morte del marito.
Avrei potuto dare un quattro e sarebbe stato meritato, ma purtroppo la fine mi ha deluso, e non perché ha deluso le mie aspettative, ma perché toglie veridicità al racconto. Un dolore così forte come quello della protagonista, o quello che ha vissuto la coppia per l'impossibilità di avere un figlio, alla fine sembra quasi messo in ridicolo.
Non posso chiaramente svelare la fine in questa mia recensione, ma chi leggerà questo romanzo col cuore aperto capirà che ho ragione.
Ribadisco che ho apprezzato veramente tutto, quando il cuore mi fa male insieme a quello dei protagonisti sono certa che ho letto un buon libro, e questo lo è, ma la fine mi ha destabilizzato e mi sono sentita presa in giro.
Scusate, è la mia opinione, soggettiva e discutibile sicuramente, ma viene direttamente dalle emozioni che questo romanzo mi ha scatenato, quindi per me è autentica.
Leggetelo assolutamente.


Voto libro - 4 Bellissimo










Nessun commento:

Posta un commento