Ultime segnalazioni

Aspettami fino all'ultima pagina


Autore: Sofia Rhei

Genere: Romanzo Rosa

31 Agosto

Silvia ha quasi quarant’anni, vive e lavora a Parigi e ha una relazione difficile con Alain, un uomo sposato che da mesi le racconta di essere sul punto di lasciare la moglie. Dopo tante promesse, sembra che lui si sia finalmente deciso, ma la fatidica sera in cui dovrebbe trasferirsi da lei, le cose non vanno come previsto. E Silvia, in una spirale di dolore e umiliazione, decide di farla finita con quell’uomo falso e ingannatore e di riprendere in mano la sua vita. Alain però non si dà per vinto, e Silvia non è abbastanza forte da rimanere indifferente alle avances dell’uomo che ama… Dopo giorni e notti di disperazione, viene convinta dalla sua migliore amica a fare visita a un bizzarro terapeuta, il signor O’Flahertie, che sembra sia capace di curare le persone con la letteratura. Grazie ad autori come Oscar Wilde, Italo Calvino, Gustave Flaubert, Mary Shelley, e al potere delle loro storie, Silvia comincia a riflettere su chi sia realmente, su quali siano i suoi desideri più profondi e su cosa invece dovrebbe eliminare dalla sua vita…


Salve lettori, siete ancora in vacanza? 
Io sì e dalla mia postazione vi scrivo di un libro che ha catturato la mia curiosità. Il libro in questione è "Aspettami fino all'ultima pagina" di Sofìa Rhei, edito Newton Compton Editori. Grazie all'omaggio concessomi dalla CE, ho avuto il piacere di scoprire un libro del tutto nuovo per me. La trama mi ha incuriosita sin da subito, merito dell'argomento trattato, ossia la biblioterapia, una terapia basata sui 
libri. 
Ma veniamo a noi, nel modo più semplice cercherò di spiegarvi ciò che mi ha trasmesso questo romanzo. 
Silvia è in un'età alquanto instabile, soprattutto per una donna che non ha trovato nella vita quel qualcosa cui aggrapparsi e su cui basare il suo futuro. 
Tutto quello che ha è un ottimo lavoro e una relazione burrascosa con un uomo sposato, Alain. 
Sono anni che il suo amante le racconta di lasciare la moglie per vivere a pieno la loro relazione e quel momento sembra finalmente arrivare. Passa la giornata a sistemare la sua casa, in modo che sia perfetta per l'arrivo di Alain. Ma l'ennesimo messaggio di chiusura tra i due arriva al posto dell'uomo. Distrutta per il solito addio melodrammatico, Silvia cerca una scusa per evitarlo nel caso l'indomani si presenti alla sua porta. 
Ma questo non accade e lei cade in un limbo di depressione senza nemmeno accorgersene. Confrontandosi con la sua migliore amica, Isabel, lei le dirà che è solamente il solito tira e molla e che, appena tornerà, Silvia perdonerà Alain come ogni volta. Intanto, però, Isabel le consegna il bigliettino da visita di un terapeuta, il signor O'Flahertie, un uomo capace di curare le persone con la letteratura. Silvia è titubante sulle capacità generali dei terapeutici, ma non sa perché, quando sente che quest'uomo è in grado di guarire con un libro, un briciolo di curiosità la avvolge.
Pochi giorni dopo le arriva un messaggio di Alain in cui dichiara di non riuscire a stare senza di lei e Silvia, debole come sempre quando si tratta di lui, gli dà una seconda occasione. Ma intanto vuole anche scoprire questa nuova terapia, con la speranza che possa mettere ordine nella sua vita e da qui in poi molti avvenimenti stravolgeranno la tranquillità della donna. 

"Le malattie dell'anima sono come quelle del corpo: un po' di tempo, la cura adeguata, e tutto passerà".

Tradimenti, nuove scoperte, amicizia e un nuovo amore l'attendono. 
Ogni libro che il signor O'Flahertie le darà da leggere, senza nemmeno rendersi conto, l'aiuterà a capire cosa è importante veramente e a curare le ferite che l'uomo che lei credeva di amare le ha causato. Grazie a queste sedute, scoprirà come prendersi cura di se stessa e che molto spesso tendiamo a mettere avanti i bisogni degli altri non rendendoci conto che noi stessi abbiamo bisogno del nostro stesso aiuto. 
Questo libro è stato una lettura sorprendente. Non mi sarei mai aspettata che catturasse la mia curiosità così tanto. All'inizio lo stile è molto lento e monotono, ma pian piano scopriremo una donna fragile, che ha bisogno di un amore vero, sincero e devoto solo a lei. Ho trovato la terapia dei libri affascinante e credo che questo più di tutto mi abbia spinto a non staccarmi da quelle pagine. 
Un romanzo originale e sorprendente, capace di arrivare al cuore e alla mente senza che ve ne rendiate conto. Spero di leggere altro di questa autrice, ma per ora vado a segnarmi le frasi più belle che ho sottolineato e che mi hanno trasmesso il dolore e la speranza di "SOLAETRISTA". Non vi spiego cosa vuol dire questa parola, perché se avete intenzione di leggerlo, lo scoprirete da voi. Buona fine estate, a presto.


Voto libro - 4 ½ Stupendo





Nessun commento:

Posta un commento