Ultime segnalazioni

Regalami una stella



Autore: Katie Khan

Genere: Romanzi Rosa

31 Agosto

«Andrà tutto bene». Si guardano attorno, ma non c’è niente là fuori: nient’altro che l’universo nero, senza fondo, alla loro sinistra, e la terra, sospesa, alla loro destra. Allontanatisi dalla loro astronave e ormai fluttuanti nello spazio, Carys e Max si rendono conto che non riusciranno più a raggiungerla. Con sé non hanno niente che possa salvarli. Hanno solo novanta minuti d’aria a disposizione. Carys e Max non avrebbero mai dovuto innamorarsi. Le regole del mondo da cui provengono non lo permettono. Eppure, quando ha incontrato Carys, Max ha sovvertito quelle regole. Pur sapendo che sarebbe stato impossibile rimanere insieme per tanto tempo. Che amarsi realmente non sarebbe stato loro concesso. Ora, alla deriva e senza più niente che li trattenga se non il reciproco contatto, non possono fare altro che ricordare. Mentre i minuti scorrono inesorabili, nei loro pensieri rivive ogni istante della loro indimenticabile storia d’amore…

Ciao a tutte,
oggi vi parlo di una lettura recente, fatta grazie alla Newton Compton.
"Regalami una stella" di Katie Khan, un romanzo distopico molto interessante.
Carys e Max si amano. Si sono conosciuti in un supermercato, un invito ad una cena tra amici e tante chiacchiere simpatiche. Si perdono di vista e si incontrano fortuitamente sul luogo di lavoro di lei, dove da poco ha cominciato a lavorare anche lui. Resistono, ma l'attrazione e i sentimenti sono più forti di qualsiasi resistenza e alla fine cominciano a frequentarsi fino ad innamorarsi.
Una storia come tante, direte voi, e invece no.
Carys e Max vivono ad Europia, una federazione di nazioni nata dopo una guerra disastrosa che ha messo in ginocchio Stati Uniti e Medio Oriente. Le regole di Europia sono ben precise e risultato di studi attenti per fare in modo che la novella nazione possa vivere in pace e nel massimo dell'efficienza.
Una di queste regole prevede che le Coppie non si possano formare prima dei 35 anni, quando ogni individuo è già realizzato nel campo lavorativo e in quello personale. Per questo motivo ogni membro di Europia è costretto alle Rotazioni, ovvero sin da piccoli vengono fatti viaggiare per tutte le nazioni della federazione con un tempo massimo di 
stazionamento in un luogo di tre anni.
Carys e Max hanno appena superato i 20 anni, quindi non possono formare una coppia fissa e devono mantenere il loro rapporto segreto.
Carys è una pilota di Shuttle, Max un cuoco sperimentale.
Carys non ha molta fede in Europia e nell'utopia che predica. Max discende dai fondatori di Europia, è stato cresciuto nell'ottica di quegli ideali che hanno costruito il nuovo mondo.
Tante sono le differenze tra i due che dovrebbero tenerli lontani, tante sono le difficoltà che sono costretti a vivere ogni giorno, eppure tutto ciò che li divide, che tende ad allontanarli, li unisce. Per affermare i suoi sentimenti e convincere Carys che il suo amore è reale, Max fa qualcosa che porta entrambi ad essere spediti nello spazio per cercare un modo per superare l'anello di asteroidi che costringe gli umani su una Terra che ormai sta morendo.
Li incontreremo qui sin dal primo capitolo, costretti a fluttuare per lo spazio, con le riserve di ossigeno ridotte al minimo intenti a trovare un modo per ritornare sull'astronave da cui si stanno allontanando sempre più.
Il romanzo è narrato in due tempi: il presente che ci mostra Carys e Max dispersi nell'Universo, con nessun contatto con la Terra, lontani dall'astronave e che fluttuano verso una morte sicura.
Il passato che ci racconta l'incontro e l'evoluzione della storia tra i due e il motivo per cui sono finiti a vagare per lo spazio.
La narrazione risulta scorrevole e veloce, ogni capitolo che vede i protagonisti intenti a salvarsi da morte sicura è intervallato da un capitolo che racconta la loro storia sotto forma di ricordi.
La storia è bella e particolare e il finale è una sorta di finale aperto che contempla ben tre modi in cui il romanzo potrebbe finire.
Penso sia stato fatto per dare la possibilità al lettore di scegliere quello che lo farà dormire meglio.
Proprio per questa furbizia, il romanzo si salva.
Per tutto il tempo della lettura, sono stata combattuta perchè non riuscivo ad emozionarmi. Eppure sia nel presente che nel passato, i protagonisti erano messi davanti a situazioni piuttosto emozionali, ma la narrazione mi è risultata fredda e non mi ha coinvolto. Verso la fine, invece, sono rimasta fregata e i miei occhi si sono fatti umidi e tremolanti. Maledetti ultimi "sei minuti" (capirete leggendo)!
La trama è originale e mi è piaciuta molto. Ho trovato tutto molto verosimile, anche i dettagli tecnici impossibili che riguardavano astronavi e tute spaziali. Ad un certo punto mi sono trovata riflettere sul futuro del nostro pianeta e lo scenario raccontato nel romanzo non mi è sembrato tanto impossibile.
A parte quell'unica pecca che riguarda il potere emozionale della narrazione, devo dire che ho trovato molto godibile questa lettura. 
Consigliato a chi cerca qualcosa di leggermente diverso dal rosa, ma che non vuole rinunciare ad una storia d'amore.


Voto libro - 3 ½ Molto bello



1 commento: