Ultime segnalazioni

Noi siamo tutto


Genere: Young Adult

Autore: Nicola Yoon

Data: 16 Maggio 2017

Madeline Whittier è allergica al mondo. Soffre infatti di una patologia tanto rara quanto nota, che non le permette di entrare in contatto con il mondo esterno. per questo non esce di casa, non l'ha mai fatto in diciassette anni. Mai un respiro d'aria fresca, né un raggio di sole caldo sul viso. le uniche persone che può frequentare sono sua madre e la sua infermiera, Carla. Finché, un giorno, un camion di una ditta di traslochi si ferma nella sua via. Madeline è alla finestra quando vede. lui. Il nuovo vicino. Alto, magro e vestito di nero dalla testa ai piedi: maglietta nera, jeans neri, scarpe da ginnastica nere e un berretto nero di maglia che gli nasconde completamente i capelli. Il suo nome è Olly. i loro sguardi si incrociano per un secondo. e anche se nella vita è impossibile prevedere sempre tutto, in quel secondo Madeline prevede che si innamorerà di lui. Anzi, ne è sicura. Come è quasi sicura che sarà un disastro. Perché, per la prima volta, quello che ha non le basta più. e per vivere anche solo un giorno perfetto è pronta a rischiare tutto. 








Salve Readers,
Eccomi qui a parlarvi di un libro spettacolare. Grazie alla collaborazione con altri blog abbiamo organizzato un review party di un libro molto atteso dal mondo letterario: "Noi siamo tutto" di Nicola Yoon, edito Sperling & Kupfer.

Madeline è una ragazza molto particolare, fin da piccola è affetta da SCID, una malattia che la rende allergica al mondo. Per questo motivo vive chiusa in casa in una "bolla" sterilizzata, assistita da un'infermiera, Carla, e da sua madre che è un medico. La sua vita le piace e non si lamenta, almeno fino a quando non arrivano nuovi vicini e, spinta dalla curiosità, inizia a spiarli. Intravede un ragazzo molto carino, Olly, che la nota subito dalla finestra e fa di tutto per parlarle. Iniziano così a comunicare tramite e-mail o chat e tra i due nasce una bella amicizia. Questa novità nella routine di Madeline le fa notare che nella sua vita le manca qualcosa. Nonostante la riluttanza dell'infermiera, Madeline riesce ad incontrare Olly a patto che lui venga sterilizzato e che non si tocchino. All'inizio i due si divertono a ridere e parlare ma, come tutte le cose, prima o poi questo non basta più. Mads si rende conto che la sua non è vita. Preferirebbe rischiare e vedere il mondo, andando così incontro alla morte, che continuare a vivere a queste condizioni. Inizia a pensare che probabilmente sarebbe stato meglio non aver conosciuto le cose belle che il mondo potrebbe donarle, conoscendo Olly, vivendo così la sua vecchia e monotona vita. Ma ormai il danno è fatto e si sente soffocare sempre di più in quella casa, per questo decide di vivere poco ma bene con Olly. Mads riuscirà a tornare in sé non rischiando la vita? Si renderà conto che il mondo è tanto bello quanto pericoloso, per lei? 

M: Di che dolore sono i tuoi occhi?
O: Blu
M: Devi essere più specifico per favore
O: Gesù. Ragazza! Blu oceano
M: Atlantico o pacifico?
O: Atlantico. I tuoi invece?
M: Color cioccolato
O: Più specifica per favore
M: 75% burro di cacao cioccolato marrone scuro
O: Heheh, bello


Ammetto che non conoscevo questo libro. Non ero ancora informata dell'uscita di questo bestseller ma vi assicuro che mi sono riscattata subito. Come potrete capire dalla trama che vi ho accennato, questa storia parla di una malattia molto particolare di cui ammetto non ne avevo mai sentito parlare. Mads vive da reclusa: guarda lo svolgersi del mondo dietro un vetro, respirando aria artificiale, facendo controlli ogni ora e avendo solo la sua infermiera come compagnia. Non avendo termini di paragoni la sua vita le basta, la madre non le fa mancare nulla, basta che tutto venga sterilizzato e disinfettato. Quando però Olly inizia a farle provare delle emozioni con delle semplici e-mail o raccontandogli del mondo, si rende conto che lei non sta vivendo, ma semplicemente sopravvivendo. Perfino le serate di gioco con la madre non l'attirano più. Si rende conto che ha diciotto anni ma non ha mai vissuto davvero. Olly invece è un ragazzo con problemi di famiglia ma che ama parlare con Madeline. È lui infatti ad iniziare una relazione in chat, non la forza a fare nulla, a lui basta parlarle e se è possibile incontrarsi stando seduti lontani. Ma l'attrazione è innegabile e se Olly riesce a controllarsi, per la nostra protagonista sono sentimenti nuovi, mai provati.
Leggere questo libro è stato come rivivere ogni prima esperienza insieme a lei. Anzi forse l'autrice riesce a farceli gustare di più, se a Mads sono nuovi e assapora il gusto del proibito, a noi è venuto naturale. Sfiorare, respirare o stare vicino al ragazzo che le piace può provocarle la morte. L'ho ammirata molto perché scegliendo di conoscere Olly vive una continua sfida con la morte. È solo grazie a Carla che riesce ad incontrare Olly. Essendo la sua infermiera da quindici anni è come una seconda mamma e non riesce a dirle di no all'ennesima richiesta. Il problema è che il tutto deve essere fatto di nascosto dalla mamma che non fa entrare nessuno e la tiene ancora più protetta di quanto non sia. Mi ha emozionato molto il rapporto tra Mads e Carla, nonostante lei sia più grande e dispensa consigli da "mamma" non nega che ogni tanto bisogna rischiare se vogliamo vivere alla meglio.
Lo stile dell'autrice è così incalzante che un paio d'ore mi sono bastate per concludere la lettura. Ogni pagina ne tira altre e non si riesce a smettere, i capitoli sono molto brevi e ciò permette, per chi volesse, di poter interrompere la lettura e riprenderla senza lasciare il capitolo in sospeso. Ma questo non sarà un problema, ve lo assicuro. Una volta iniziato vi ritroverete alla fine senza nemmeno sapere come.
All'interno del libro troverete anche disegni o vocaboli che la nostra protagonista ha personalizzato, adeguandoli alla sua vita e alle sue emozioni. L'unica cosa di cui posso lamentarmi è il finale. Non è proprio una lamentela ma avrei preferito leggere ancora un pochino di loro, vedere cosa sarebbe successo. Non ce la facevo a lasciarli andare così senza essere sicura che sarebbero stati bene. Volevo davvero fare i complimenti a questa autrice per averci fatto emozionare e shoccare. Ammetto che alcuni colpi di scena non me li aspettavo proprio e alcune volte sono rimasta a fissare le pagine perché non ci credevo. Vorrei tanto potervi dire di più ma vi toglierei la bellezza del libro e lungi da me scoraggiarvi dal leggerlo. Spero di avervi convinto e di avervi invogliato a vivere le emozioni di Mads e Olly come se fossero le vostre. Buona lettura.


Voto libro - 4  Bellissimo











Nessun commento:

Posta un commento