Ultime segnalazioni

Blood Bonds Serie


Genere: Dark - Contemporaneo 

Autore: Chiara Cilli

Avevo tutto ciò che ho sempre sognato.
Non ho mai avuto la vita che sognavo.
Avevo lavorato sodo per arrivare dov'ero.
Violenza, soprusi e crudeltà mi avevano segnato per dieci anni.
Ero pronta a portare l'azienda di famiglia ai vertici del successo.
Ero pronto a saziare la mia vendetta contro chi aveva abusato di me per lungo tempo.
Poi mi hanno rapita.
Così ho preso la figlia di Nikolayev.
Ora devo sopravvivere a un uomo che mi consuma l'anima.
Non importa quanto lotterà, non ha scampo.
Non posso lasciare che mi soffochi con la sua presenza letale.
Perché la ucciderò.



Ciao a tutti lettori, in questi giorni sono diventata molto Dark. Adoro questi libri che fanno battere il cuore e tengono sulle spine, e proprio la settimana scorsa ho saputo dell'esistenza di un self publishing, del quale tra qualche giorno uscirà il secondo capitolo. Il libro di cui vado a parlarvi oggi è "Soffocami". Primo libro di una serie il quale nome è BLOOD BONDS, scritto dall'autrice Chiara Cilli.
Prima che vi introduca a questa meraviglia voglio precisare che il genere Dark - Romance non è per tutti, quindi non è un libro che consiglierei a lettori facilmente impressionabili. Non posso dirvi che questo libro inizia come uno di quei romanzi dove aspettiamo qualche capitolo per essere rapiti, qui in questo caso solo la prima riga fa restare senza fiato per la storia alla quale andremo incontro; Già dopo solo il prologo vi farà mozzare il respiro. Quindi amici vi siete già fatti un'idea di quanto possa essere audace l'autrice sin da subito con parole forti? Credo proprio di sì. Il romanzo parla di tre fratelli, tre menti contorte ma in modo differente, ma sopratutto tre dolori diversi. Una protagonista Aleksandra, forte, coraggiosa che non ha paura di niente, nemmeno dei sui tre carnefici. Aleksandra viene rapita.

«Mostri» sussurrai disgustata, gli occhi che bruciavano per via dell’insorgere delle lacrime. «Siete dei mostri»

 Lei appartiene unicamente a Henri e lui vuole vendicare ciò che il padre della ragazza gli ha fatto. Quando la giovane viene portata e rinchiusa nei sotterranei della dimora dei Lamaze non ne capisce il motivo. Ma quando Armand, fratello maggiore, nonché il più elegante e apparentemente il più tranquillo dei tre, le racconta il motivo di questo rapimento,
capisce è a causa degli abusi che il padre ha commesso verso i suoi fratelli. Lei ora è lì per pagare al posto suo, essendo la cosa più cara che ha. Un protagonista come Henri dall'anima nera, tutto ciò che vuole è piegare al suo volere Aleksandra, vuole umiliarla, spezzarla, renderla debole e non si fermerà fin quando la morte non la prenderà. Andando avanti troveremo molte parti dove quel cuore malato sentirà qualcosa mai provato prima grazie alla povera vittima. Quindi amici vi lascio con questi dubbi, riuscirà Aleksandra a combattere l'odio che quest'essere bello e dannato ha nei suoi confronti? Riuscirà a vivere in questo inferno e uscirne inerme? Sono tutti dubbi che vi lascio perché dovrete correre ad acquistare questo incantevole libro. In questo Dark - Romance vedremo una protagonista combattiva, che non si arrende di fronte a niente e nessuno. Una donna che con la sua forza interiore cercherà anche di ribellarsi a ciò che non gli sta bene. Un romanzo con una vendetta molto cruda, con dei carnefici dal cuore di ghiaccio. Insomma ragazzi questo libro supera di gran lunga tutti i libri Dark-Romance che
fin'ora ho letto. Vi resterà dentro per le molteplici scene alle quali andremo incontro, dove un protagonista cosi contorto vi prenderà il cervello. Uno stile perfettamente fluido che non vi stancherete mai di leggere, e con dei personaggi ber definiti e descritti. Non ho trovato una singola parte banale e tutto al posto giusto. L'unico personaggio che mi ha lasciata con qualche dubbio è Andrè dato che non sono uscita a inquadrarlo tanto. Vi confesso che pur essendo di Henri destinato ad Aleksandra, ho pensato che anche i due fratelli avessero una cotta per lei, visto che la bellezza di questa ragazza è in dissoluta, ma chissà forse il resto della serie potrebbe stupirci, mai dire mai. Che posso dire amici ho amato questo libro e sono contenta che a breve uscirà il secondo cosi finalmente potrò vedere come continuerà questa storia, finita con una partita aperta. Che aspettate, correte a leggere questa chicca Spettacolare!!! Al prossimo capitolo.


Voto storia - 5 Meravigliosa



Voto erotico - 5 Bollente 












Genere: Dark - Romance

Autore: Chiara Cilli


Credevo di essere sopravvissuta all'orrore. Mi sbagliavo.
Credeva di potermi sfuggire. Ma non ha scampo da me. 
Non riesco a liberarmi di lui.
Non le permetterò di cacciarmi dalla sua mente. 
È nella mia testa, nel mio sangue, nelle mie ossa.
È un mostro che vuole impossessarsi della mia anima e farla a brandelli. 
Henri Lamaze è l'incubo di morte da cui non sarò mai in grado di svegliarmi.
Aleksandra Nikolayev è l'ultimo demone che devo sconfiggere. 
Questa volta non riuscirò a contrastare il suo veleno.
Questa volta sarò io a non sopravvivere a lei. 
È finita. E non posso accettarlo.




Una frase per definire questo romanzo è "Oh My God". Amiche lettrici ben ritrovate, ebbene finalmente questo weekend ho avuto un po' di tempo da dedicare al mio amato Henry! Si capito bene il mio AMATO HENRY (Non lo condivido con nessuna XD). Chiamatemi anche sadica se volete, ma io Amo il modo perverso e distruttivo di quest'uomo. Sono perdutamente affascinata dal suo amore che gli attanaglia le viscere, che non lo lascia respirare e a far riemergere dall'oscurità. In questa recensione potrò essere ripetitiva, ma adoro tantissimo lo stile di Chiara Cilli e in Distruggimi come anche in Soffocami ho trovato una vera opera d'arte.
Per quanto una persona possa dire "È solo un libro", da scrittrice che ama scrivere romanzi inediti per puro piacere posso dirvi che dietro c'è tanto lavoro, dove la mente dell'autore sta sempre a produrre continue idee per sorprendere il lettore. Ed è questo il caso della Cilli, che è riuscita a conquistarmi con le sue parole. Nel primo libro vi ho parlato di un debito che Henri voleva riscattare facendo del male alla figlia del suo nemico d'infanzia, colui che ha calpestato la sua infantilità nell'approccio sessuale della vita: Roman Nikolayev.

"Il mio universo era ridotto esclusivamente a Henri. Un universo saturo di paura e qualcos’altro. Qualcosa  molto più insidioso, molto più bieco."

Henri vuole la sua vendetta e qual più gustosa se non quella di infliggere dolore nella figlia del suo carnefice? Per quanto questo dolore e oppressione lo riempiono di godimento verso il dolore che causerà, ben presto scoprirà che il suo incubo, che lo ha accompagnato nelle sue notti adolescenziali, non verrà
minimamente smosso da ciò che hanno fatto alla sua bambina. Roman sapeva che la sua adorata bambina era nelle mani dei Lamaze e sapeva il perché, ma questo non lo ha fatto reagire. Lui, Roman, è il diavolo in persona. Darebbe in pasto ai lupi il sangue del suo sangue per avere ancora tra le sue grinfie Henri, ma per quanto questo pensiero lussurioso possa balenare per un secondo nei suoi pensieri più oscuri, Henri non è più il bambino indifeso che egli ricorda dai suoi spavaldi festini perversi. Henri è un uomo. La sete di vendetta è tanta e così forte che nello svolgimento della storia ci saranno momenti cult, dove non ci aspettiamo niente di quello che ci si aspetta. Un libro che vi lascerà con il fiato mozzato per tutta la storia. Il suo stile unico vi spingerà a leggere parola per parola, entrandovi nella mente, perché è lì che si depositeranno i pensieri perversi di Henri Lamaze. Consiglio a tutte le lettrici amanti del genere, ma anche non, di leggerlo assolutamente (ma solo se non siete facilmente impressionabili a scene un po' crude). Vi innamorerete perdutamente di questa serie italiana che vi trascina nell'oscurità e nei sentimenti più roventi ma visti prima. Spero di leggere al più presto il prossimo perché anche in questo capitolo l'autrice ha lasciato il finale aperto con mille dubbi e domande. Leggetelo e fatemi sapere se i fratelli Lamaze sono entrati nella vostra bella testolina. Alla prossima amiche, vi bacio.

Voto storia - 5 Meravigliosa



Voto erotico - 5 Bollente 












Titolo: Uccidimi
Autore: Chiara Cilli
Serie: Blood Bonds #3
Genere: Dark Contemporaneo
Pagine: 281
Prezzo eBook: € 4.99
Prezzo cartaceo: € 11.50
Data di pubblicazione: 1 Agosto 2016


Non avrei mai immaginato che la mia vita sarebbe finita così.
Non avrei mai creduto che la mia vita sarebbe dipesa dalla sua.

Ero pronta a morire per mano dell'uomo che mi aveva distrutto.
Ero pronto a uccidere la donna che si era presa tutto me stesso.

Ma la mia sofferenza non è ancora terminata.
Ma me l'hanno portata via.

Sta venendo a riprendermi, lo sento.
Me la riprenderò, a qualsiasi costo.

E questa volta non potrò fermarlo.
E questa volta non fallirò.

A meno che non sia io a ucciderlo.


**Attenzione**
Romanzo Dark Contemporaneo
Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente, linguaggio forte e rapporti sessuali di dubbio consenso o non consensuali. Non adatto a persone sensibili al dolore e alla schiavitù.







Buon pomeriggio Dark Sister, come va? Già vi vedo che fremete dalla voglia di leggere finalmente l'ultimo capitolo degli Alenri. Ebbene sì, dopo un po' di tempo la nostra Chiara Cilli, ci ha regalato l'atteso finale, per me esplosivo e inaspettato per un'estate al top. Come già molte di voi sanno la Cilli è una garanzia ed ogni suo libro per me deve essere letto. Grazie alla stessa autrice, ho avuto l'onore di leggere in anteprima questo romanzo, buttandomi a capofitto dimenticandomi del mondo reale. Eh sì amiche mie, perché quando ci si catapulta nel mondo dei Lamaze non sappiamo se ne faremo ritorno intere come quando ci siamo tuffate.
Come ho già detto NIENTE E' COME CI ASPETTIAMO. Tutto avrà una svolta, lo scontro finale tra i nostri due protagonisti preferiti sta per volgere al termine, ma saremo in grado di abbandonarli, di dimenticarci di loro? Io personalmente, no. Malgrado sia solo un libro, io non dimenticherò mai un personaggio come Henri Lamaze. Un protagonista degno di corona, per quanto abbia sconvolto le mie letture dark ed è per questo che avrà sempre un
posto nella mia mente e nel mio cuore. Ma basta parlare di me e di come vi sentirete alla fine, parliamo un po' di cosa troveremo in queste pagine scritte ad opera d'arte. Eravamo giunti allo
scontro finale nel secondo capitolo, dove Henri voleva mettere
fine a ciò che gli apparteneva e odiava con tutto se stesso. Solo che i suoi piani non sono filati lisci come lui aveva immaginato. Perché il Re era pronto ad aprire una piccola battaglia e quale occasione migliore se non ferire Henri tramite colei che lo rendeva debole: Aleksandra. Il Re, o meglio conosciuto come Leks, ha in suo possesso Aleksandra ed ora è lui a dettare le regole del gioco rendendola sua prigioniera e una sua pedina. Così facendo, per adempiere al suo piano, alla nostra amata Ale toccherà qualcuno ancora più crudele: Cade Connor.

"Cade stirò rapidissimamente un angolo delle labbra piene. <<Sai chi sono?>> Non capii il senso della domanda. <<Sei uno degli uomini di Leks>>, risposi guardinga. I suoi occhi sembrarono perforarmi. <<Io sono il campione del Re, il che significa che posso fare quello che voglio, quando voglio e come voglio>>."

Aleksandrà capirà che dietro a quel viso di Cade non si nasconde sofferenza, ma solo oscurità, freddezza di un leale soldato, pronto a tutto per il suo Re. Solo che ben presto vedrà che non può piegare o insinuarsi nel suo cervello come ha già
fatto qualche volta con Henri, lui in questo momento vuole solo ed esclusivamente la sua sottomissione per portare al termine i piani che il Re ha in serbo. Solo che non conosceremo solo questo, ma approfondiremo questo malsano collegamento tra Henri e Aleksandra, dove sembra  che le loro anime siano collegate da un filo invisibile dove solo loro sono gli unici a percepirne la presenza l'uno dell'altro.

"Poi un brivido possente mi trapassò come una lancia. Quel brivido. Lo riconobbi all'istante. Era mio. Henri."

Insomma amiche, questo ultimo romanzo che conclude la storia di Aleksandra e Henri ci farà rimettere il cuore, perché sono sicura che ad ogni capitolo lascerete un piccolo pezzo
di cuore, proprio come briciole di pane, per farci ricordare il sentiero che abbiamo attraversato per arrivare fino alla fine. Ma sono sicura che non tornerete indietro a raccoglierle perché la storia merita questa parte di noi. Anche se mi costa dirlo, da eterna romantica che sono, forse mi sarei aspettata un finale diverso ma come già detto niente é come ci aspettiamo. Lo stile come sempre fluido e impeccabile, lo riconoscerei ovunque. Consiglio vivamente di leggerlo perchè ne rimarrete estasiati da volerne ancora. Ah, e prima che vi lasci, non dimenticatevi che ben presto conosceremo il perfido Andrè Lamaze! Pronte? Io non vedo l'ora. Alla prossima sisters, un mega bacio.


Voto Storia - 5 Meravigliosa


Voto erotico - 5 Bollente









GUARDA IL BOOKTRAILER





Nata il 24 Gennaio 1991, Chiara Cilli vive a Pescara. I generi di cui scrive spaziano dal dark fantasy e contemporaneo all'erotic suspense. Ama le storie d'amore intense e tragiche, con personaggi oscuri, deviati e complicati.


Facebook | Twitter | Website | Goodreads | Amazon
YouTube | Google+ | aNobii | Newsletter | Pinterest | Instagram





Felice release day a Chiara Cilli!
Esce oggi Per Addestrarti, quarto volume della serie dark contemporanea Blood Bonds, il primo con protagonisti André Lamaze e Nadyia Volkov!



Titolo: Per Addestrarti
Autrice: Chiara Cilli
Serie: Blood Bonds #4
Genere: Dark Contemporary Romance
Pagine: 312
Editore: Selfpublished
Prezzo eBook: € 2.99
Prezzo cartaceo: TBA



Credevo di sapere chi fossi. Cosa fossi.
Credevo di non avere più scampo, che la mia resistenza fosse ormai giunta al termine.

Poi ho sentito la sua voce pronunciare il mio nome.
Poi i suoi occhi hanno risposto al richiamo dei miei.

Non ha paura di me. Si avvicina. Mi parla. Mi tocca come se le appartenessi. È folle.
Lui è l’unica chance che ho per restare viva. Devo far sì che gli importi di me. Che sia lui ad avvicinarsi.

Ma non riesco a starle lontano.
Ma gli basta sfiorarmi perché perda di vista l’obiettivo.

L’arrivo della Regina è vicino.
Dovrò scegliere.

La sottomissione.
O la lama di André Lamaze.

Qualunque sia la sua decisione, finalmente dirò addio alla mia piccola rossa.


Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente e omicidi. Non adatto a persone suscettibili ai temi trattati. +18


ACQUISTA ORA CON 1-CLICK



|| Amazon • Kobo • iBooks • Google Play ||


NON PERDERE I PRIMI TRE ROMANZI DELLA SERIE




LEGGI L'ESTRATTO


Pianissimo, mi approssimai alla soglia e feci capolino con la testa. André mi aspettava all’inizio della stretta scalinata che portava al pianoterra, un lato del corpo accasciato contro il muro in una posa indolente.
Voleva che lo raggiungessi?
Il suo sopracciglio si inarcò, come a dire Ti muovi o no?
Dunque mi avviai verso di lui con cautela, lanciando occhiate oblique alle porte su ambo i lati del corridoio mentre procedevo attraverso le zone d’ombra e di luce generate dalla scarsa illuminazione. Quando gli fui dinanzi, André piegò il capo per indicarmi le scale. Le guardai in tralice, quindi incominciai a salire gli alti gradini.
Lui era proprio dietro di me, così vicino che potevo sentire il suo respiro nell’orecchio. Avevo la sensazione che l’aura di ghiaccio che lo circondava si stesse espandendo per ammantare anche me e strangolarmi. La avvertivo intorno al collo, come delle dita in procinto di serrarsi.
Mi portai istintivamente una mano alla gola, mi volsi appena per controllare André…
… e misi un piede in fallo.
Protesi le mani per non spaccarmi i denti sullo scalino che mi stava venendo rapidamente incontro, ma d’improvviso mi ritrovai di nuovo dritta. Il braccio di André mi cingeva come un boa, al punto che faticavo a respirare, tanto mi comprimeva sotto i seni. Il suo petto era come acciaio contro la mia schiena.
Rimanemmo così per alcuni istanti – io aggrappata al suo avambraccio, la sua guancia che premeva forte sui miei capelli, i nostri respiri che divenivano sempre più rumorosi.
Il suo cuore era come un tamburo impazzito contro le mie scapole, un battito così veemente da appropriarsi del mio e costringerlo a seguire il suo stesso ritmo forsennato.
«Se volessi ucciderti,» mi sussurrò all’orecchio, sfiorandolo con le labbra, «non avrei bisogno di portarti da qualche altra parte.» Mi strinse a sé ancora di più, facendomi ansimare per la repentina fitta di dolore al costato e l’inaspettata contrazione nel basso ventre. «Lo avrei fatto lì dentro.»
Una scarica di terrore mi fece sbarrare gli occhi. Non ero nient’altro che un topo messo all’angolo, e lui il gatto che provava un piacere sadico nel vedermi tremare, consapevole che la zampata che mi avrebbe tolto la vita sarebbe giunta presto.
Ma non adesso.
Al rallentatore, staccai le mani dal suo braccio e le alzai in segno di resa. Ruotai lievemente il viso verso il suo e annuii piano, fremendo nel sentire la sua bocca sfregare sulla mia guancia.
«Non cadere», disse, l’alito che mi solleticava l’angolo delle labbra. «Non ti prenderò una seconda volta.»







Buongiorno care amiche del Confine!Oggi vi parlerò di un libro attesissimo da tutte noi, " Per addestrarti". Il quarto volume della serie " Blood Bonds" della darkissima Chiara Cilli, la regina del dark italiano. Bene, partiamo dal principio. Scordatevi Henry ed Aleksandra, questo romanzo è dedicato tutto quanto ad Andrè , il più giovane dei fratelli Lamaze e a Nadyia Volkov, una ragazza forte e ribelle che si insinuerà sotto la pelle di Andrè.Andrè Lamaze è spietato e crudele, abbiamo imparato a conoscerlo nei primi tre capitoli della serie. Dopo aver subito la violenza del padre e dei suoi amici per anni, durante la sua infanzia e adolescenza, Andrè ha giurato a se stesse che niente e nessuno avrebbe più potuto fargli del male. Ha costruito muri e corazze, ha nutrito il suo odio e la sua cattiveria, è diventato spietato e letale. Pensava di essere invulnerabile a qualsiasi sentimento e, purtroppo, dovrà ricredersi, perchè piano piano, una ragazza dai lunghi capelli rosso mogano e dal carattere ribelle, gli sta facendo perdere il controllo. Nadyia è una ginnasta. E' stata rapita per essere addestrata e consegnata alla Regina dai Lamaze. Andrè non riesce a renderla letale e servile , pronta per essere venduta alla Regina, e sebbene chi non si dimostra idonea viene eliminata, Andrè non riesce a farlo con questa ragazza. 
Mentre Henry è chiuso in camera sua a deprimersi per amore e Armand è intento a portare avanti gli affari e tenere legata la famiglia, Andrè si perde in un sentimento nuovo e pericoloso, proibito. Infatti Nadyia è promessa alla Regina e il loro amore è solo un altro elemento pericoloso che si aggiunge nel panorama di tensione che si sviluppa tra i Lamaze e la Regina. Sebbene i due amanti sappiano quanto è pericoloso quello che sta accadendo tra loro, non riescono a fermarlo. Neela si rende conto di tutto e architetta una trappola per farli venire allo scoperto. Una trappola in cui cadono e per la quale subiranno una grossa punizione. Ma i colpi di scena non sono finiti e si susseguono fino alla fine, che come avrete capito non sarà una fine. In questo quarto episodio troverete che le sfumature dark sono più leggere. Sicuramente non mancano i colpi di scena e le scene crude e crudeli che contraddistinguono lo stile dell'autrice, ma questa volta la storia è piu incentrata sull'amore difficile e pericoloso di Andrè e Nadyia.

Dovevo smetterla. Smettere di pensare alla consistenza vellutata del suo sangue sul mio dito. A come sarebbe stato spalmarglielo sul labbro inferiore… e poi cedere completamente alla pazzia con cui questa mocciosa mi stava contagiando.

Ho rivalutato assolutamente il personaggio di Andrè che, nei primi episodi della serie, mi era sembrato troppo stronzo e crudele, negativo e pericoloso. Qui ho imparato ad apprezzare la sua indole che nasconde una grande fragilità. Nadyia è sicuramente un personaggio forte e positivo. Nonostante voglia legarsi ad Andrè per riuscire a fuggire, alla fine le sue mosse le si ritorcono contro perchè, inaspettatamente, si innamora del suo aguzzino. Insomma in questo quarto espisodio meno crudeltà e più amore, il lato umano degli spietati fratelli Lamaze si fa più visibile. Ho provato empatia per il mio povero Henry che si strugge d'amore nell'isolamento della sua stanza, e spero che la sua storia non sia finita, in ogni caso. Lo stile è quello che distingue la Cilli, scorrevole, incalzante e crudo. Abbiamo imparato ad apprezzare la sua penna e sappiano quanto sia in grado di stupirci, e pronta a farci tingere tutte di oscurità, e a peccare che noi stesse fossimo le protagoniste. Quindi, correte a leggere "Per addestrarti" e poi cominciate a romperle le scatole affinché si sbrighi a scrivere il continuo. Alla prossima e buona lettura.


Voto storia - 5 Meravigliosa



Voto erotico -4 Molto sexy





GRAPHIC TEASER




GUARDA IL BOOKTRAILER




PARTECIPA AL GIVEAWAY

a Rafflecopter giveaway

L'AUTRICE

Nata il 24 gennaio 1991, Chiara Cilli vive a Pescara. I generi di cui scrive spaziano dal Dark Fantasy e Dark contemporaneo all’Erotic Suspense. Ama le storie d'amore intense e tragiche, con personaggi oscuri, deviati e complicati.

|| FacebookTwitterWebsiteGoodreadsAmazonPinterestInstagramGoogle+YouTubeNewsletter ||




Genere: Dark - Romance

Autore: Chiara Cilli

7 Agosto


Nella mia mente sento ancora il riverbero delle frustate.
Ogni giorno i segni sulla mia pelle mi ricordano quello che lui mi ha fatto.

Ho dovuto lasciarla, o saremmo morti.
Credevo sarebbe tornato per portarmi via. Ma non l’ha fatto.

Ora devo concentrarmi sul mio scopo.
Ora appartengo alla Regina.

È arrivato il momento di punire coloro che mi hanno fatto del male.
Il momento di affrontare il mio primo incarico è arrivato.

Non importa se mi ritroverò Nadyia tra i piedi.
Ma non sarò mai in grado di uccidere colui che ho amato.

Avrò la mia vendetta.

Buongiorno, amiche del confine. Ebbene mi sono messa in pari anch'io con la serie "Blood Bonds" di Chiara Cilli, leggendo il quinto capitolo, "Per combatterti". La storia tra Nadyia e Andrè si fa sempre più fitta di misteri e sotterfugi, ma questa volta a rendere la lettura più bella è l'alone di amore che aleggia nelle pagine. Sì, lo so, non è un amore sano, ma è pur sempre amore. Connettiamoci al finale di "Per addestrarti", che ci ha lasciati basiti dopo una certa scoperta. Andrè ha fatto vivere a Nadyia un pizzico del suo passato, flagellando la sua pelle dinanzi alla regina, tutto per salvarla da una morte inevitabile. Sconfitto, si allontana rifugiandosi nei suoi tormenti, quelli che lo hanno accompagnato per anni. Fare ciò che ha fatto ha portato a galla l'odio profondo che faceva di lui "Morte". Andrè non ha mai guardato in faccia nessuno quando si trattava di uccidere per ovvie ragioni (sue). Ma la presenza di Nadyia nella sua vita ha sconvolto il suo essere così freddo. Ma dopo l'accaduto al Monastero della regina, si richiude di nuovo nel suo gelo, e per provare a dimenticare ciò che ha fatto alla sua Rossa, riprende in mano la sua scia di vendetta, iniziando dall'uomo che non potrà mai dimenticare, colui che ha seviziato suo fratello e quasi ammazzato lui di botte per puro piacere: Yehor Ivanov.
La vendetta di Andrè inizia da lui e quando sta per mettere in atto il suo piano, vede nella casa dell'uomo una foto: Marc Ivanov, figlio di Yehor, con Nadyia. Andrè mette subito insieme i tasselli che il destino gli ha messo davanti. Tutto inizia in questo nuovo capitolo. Nadyia nutre ancora una speranza per lei e Andrè, pensando che il forte legame che c'è tra loro possa cambiarlo. Ma cosa succederebbe se la missione di Nadyia per diventare a tutti gli effetti un soldato della regina, la porterebbe al suo passato, all'amore prima di Andrè? Il suo compito non sarà facile, la prova a cui la regina la sottoporrà sarà senza cuore, perché per dimostrare la sua lealtà nei suoi confronti, dovrà ammazzare l'uomo che un tempo amava.

"Desideravo il suo sangue. Lo volevo dovunque. Volevo che inzuppasse le lenzuola in cui poi ci saremmo arrotolati. Volevo che ci inondasse. Volevo prenderlo, come lei si era presa la mia ragione, la mia anima. Me."

E Andrè seguirà la scia della vendetta o del sentimento che lo guida verso Nadyia? Insomma amiche, anche questa volta la Cilli ci ha regalato una battaglia legata a petali di rose insanguinati, attimi di palpitazione che contrastano con momenti fatti di emozioni inaspettate. I fratelli Lamaze sono un susseguirsi di segreti, rancore, sangue. Anche questa volta gronda sangue su (quasi) tutte le pagine. Come sempre lo stile della scrittrice è fluido, d'impatto e stupefacente. Attendo con ansia l'ultimo capitolo di questa storia tra Nadyia e Andrè.
Buona lettura.


Voto storia - 5 Meravigliosa



Voto erotico -4 Molto sexy







13 commenti:

  1. Grazie infinitamente per questa stupenda recensione :D
    Sono onorata di essere riuscita a colpirti tanto ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei bravissima ti meriti tutti questi complimenti!!! Grazie ancora x qst stupendo libro!

      Elimina
    2. Un grazie immenso anche per la recensione di Distruggimi! :D ♥

      Elimina
  2. Ieri ho finito di leggere "Distruggimi" e posso assicurarvi che è meglio del primo, riesce a tenervi incollati alle pagine. Bravissima Chiara!

    RispondiElimina
  3. Chiara Cilli è un'autrice piena di talento!! Soffocami è un libro stupendo e, per me che amo il Dark Romance, è davvero un immenso piacere leggere il secondo libro di questa splendida serie!!

    RispondiElimina
  4. Ne ho sentito parlare davvero molto bene e c'è anche un giveaway in corso speriamo bene grazie

    RispondiElimina
  5. Questo libro mi ha incuriosito molto soprattutto per la recensione...E' nella mia WL e a breve conto di leggerlo

    RispondiElimina
  6. Ecco...Chiara Cilli è criminalmente brava. Bisogna essere consapevoli di cosa si sta leggendo (odio le recensioni che lo criticano per il contenuto: ma la trama e i disclaimer li hai letti?) ma lei ti trasporta in questo turbine di oscurità in un attimo e tu non vuoi più uscirne. Solo che adesso ho paura di leggere altri dello stesso genere....no credo mi faranno lo stesso effetto.

    RispondiElimina
  7. Ho scoperto il genere dark romance con "I suoi occhi su di me" di Aurora Belle. È stato un colpo di fulmine, anche se ammetto .... è un genere sconvolgente, che attrae e ripugna, che fa rivoltare le budella e va contro tutto ciò che ci è stato insegnato dalle nostre mamme femministe attive. Detto questo posso dire che Chiara Cilli è una straordinaria rappresentante italiana del genere Dark, la sua scrittura è elegante, impeccabile, la trama appassionante e adrenalinica non ti permette di fermarti fino all'ultima pagina, è quando alla fine ci arrivi, come una tossica, pensi se riuscirai ad arrivare viva alla prossima dose. Io sono in piena astinenza. Dopo aver letto "Soffocami" ho deciso di aspettare la fine della trilogia di Henri, per leggerla tutta d'un fiato. "Distruggimi" è già sul mio kindle, resistere è una dolce agonia .... La mia meta .... giugno.

    RispondiElimina
  8. E grazie infinitamente anche per la recensione di Uccidimi :D ♥

    RispondiElimina
  9. Partecipo! Grazie per l'opportunita` *^*

    RispondiElimina
  10. Grazie grazie grazie anche per la recensione di Per Combatterti xxx

    RispondiElimina