Ultime segnalazioni

Senza nessun segreto


Autrice: Leylah Attar

Genere: Suspance- Romance

13 Luglio

Un normale giorno di shopping sta per trasformarsi in un incubo per Skye Sedgewick. A un passo dalla sua macchina nel parcheggio viene rapita e narcotizzata. Poco dopo sembra arrivata la sua fine: lo sconosciuto la costringe a inginocchiarsi e le tiene puntata una pistola alla tempia. Skye aspetta che parta il colpo mentre recita la preghiera che l’aiutava a dormire da bambina, ma riceve solo un fortissimo colpo alla testa che la tramortisce. Al suo risveglio, l’incubo è ancora al suo fianco, ha i lineamenti scolpiti e uno sguardo impenetrabile. Chi è quest’uomo e perché le è così familiare? Questo è solo l’inizio di una storia sconvolgente, una...


Salve lettrici,
Come avete passato il weekend appena trascorso? Io l'ho passato in compagnia di "Senza Nessun Segreto" di Leylah Attar. Il romanzo, in uscita il 13 Luglio, ci è stato gentilmente concesso dalla CE Newton Compton, e leggerlo in anteprima è stata per me una piacevole sorpresa, visto che non era tra la mia lista dei preferiti, e quindi se la CE non mi avesse fatto questo dono, probabilmente avrei perso l'occasione di tuffarmi in una lettura più che interessante. 

"Damian Caballero stava lottando contro la cosa che più lo spaventava al mondo. Me."

La storia, come anticipa la trama, inizia con Skye incappucciata, pronta a morire. Davanti a lei c'è un uomo che sta per spararle, ma una preghiera recitata spesso da piccola le salva la vita.

"Signore , benedici la mia anima e vigila su papà, MaMaLu e Esteban."

Chi sono MaMaLu e Esteban? 
Skye è una donna molto ricca, e come tale è cresciuta con una tata. Sua madre è morta quando 
Skye era poco più che una bambina, e quindi MaMaLu è stata per lei una madre più che una tata, ed Esteban, quel bambino così diverso da lei, è stato tutto per la piccola Skye. 
Eppure, nonostante siano passati anni dall'ultima volta che Skye ha visto sia MaMaLu, sia suo figlio Esteban, sono proprio loro il suo ultimo pensiero prima di morire, il suo ultimo desiderio, la sua salvezza.
Il misterioso rapitore dunque decide di non premere il grilletto sentendo la supplica della sua prigioniera, e da quel momento la loro vita cambia per sempre. Da quel momento tutto sembra avere di nuovo senso.

Skye e Damian, il suo rapitore, iniziano così il loro viaggio insieme, la loro vita insieme, regalandosi tanto amore quanto tanto dolore. 
Il romanzo dunque, diviso in più parti, racconta la storia di Skye e di Damian, del loro amore, e racconta di quanto la vendetta sia più forte di ogni cosa, ma di quanto l'amore sia la cosa più potente al mondo, capace di spezzare e dare luce nuova al proprio amato.

"L'amore non muore mai."

Come vi anticipavo, il romanzo è diviso in più parti, regalandoci l'opportunità di conoscere la storia per intero e così anche i nostri protagonisti. Il romanzo, sopratutto nei primi capitoli, alterna passato e presente, alternando così anche la Skye spensierata da bambina, e la Skye che sta tentando la fuga da Damian. Nei primi capitoli infatti il romanzo racconta il rapimento e l'odio di Skye verso il suo rapitore e, a tratti, racconta di quando Skye amasse la sua tata e suo figlio, di quanto amasse la sua famiglia.
Piano piano ogni tassello va al suo posto e la storia diventa sempre più chiara, regalandoci l'opportunità di conoscere alla perfezione tutti i dettagli. L'autrice infatti non omette nessun particolare e ci racconta questa storia senza lasciare nulla in sospeso. 
Possiamo dunque conoscere i protagonisti alla perfezione, conoscere ogni aspetto del loro carattere. 
Skye, ad esempio, è una donna che nella prima parte del romanzo non ha pensieri se non i suoi capelli e le sue Lamboutin, ma piano piano che la storia scorre ha una maturazione non indifferente. La vediamo alle prese con la vita vera e i problemi giornalieri. Nel romanzo infatti troviamo una Skye bambina, una Skye donna e poi una Skye madre, ma non solo, vediamo anche molte sfumature di questa protagonista, perché l'autrice non si fa mancare un'emozione e quindi ci fa leggere una Skye sempre nuova, sempre diversa.
Damian invece rimane quasi un mistero. Conosciamo tutto di lui, conosciamo tutte le sue emozioni, eppure mai una parola, un gesto mi è sembrato scontato. Lui è il bambino spezzato, l'uomo devastato, la persona a cui è stato tolto tutto, e la persona a cui l'amore ha ridato la speranza. 

"Siamo sabbia che ancora non è stata portava via dall' acqua."

Premetto dunque che questa non è una lettura da spiaggia, ma non è nemmeno un dark. È un romanzo molto intenso e anche molto lungo, in cui si possono trovare emozioni sempre nuove. È un romanzo che tratta di redenzione, di amore e di violenza, e seppure questi temi ormai sono all' ordine del giorno, sono stata piacevolmente colpita da questa storia per la sua originalità. 
Skye non è assolutamente affetta dalla Sindrome di Stoccolma, anzi, non ama il suo rapitore, non lo desidera, ma ama l'uomo buono che è in lui, l'uomo che era prima di diventare Damian. Skye lo ama ancora prima che Damian esistesse, e lo amerà per sempre, anche quando i suoi gesti le costeranno caro. 
Ma amare non significa per forza stare assieme, perché alcune volte non è facile guardare negli occhi l'uomo che ami se è anche l'uomo che ti ha tolto tutto, così come non è facile guardare la donna che ami sapendo che lei è la causa di ogni tuo male. 
Damian e Skye dunque hanno tanta strada da fare èe per farla hanno bisogno di mettere l'odio e il rancore da parte. 
L'autrice racconta questa storia con i pov alternati, che sono stati un toccasana per la mia curiosità, ma è stato l' epilogo ad aver fatto centro nel mio cuore già innamorato di Damian dalle prime pagine. 
L'epilogo, infatti, dà un tocco di magia a questo romanzo. Ogni cosa alla fine va al suo posto, e come aveva previsto MaMaLu, Damian finalmente si trasforma in un cigno, facendoci dimenticare che una volta era stato un Bandito, un brutto anatroccolo. 

"Provo dolore lì, nel punto in cui diresti esserci tu, Skye. Non mi fermerò finché non sarai mia."

Saranno capaci la vendetta e l'odio di passare in secondo piano quando l'amore è così forte? 
Questo dovrete scoprilo da soli, ma io posso dirvi senz'altro che l'autrice è stata molto molto brava a raccontare questa storia senza mai annoiare. La storia non è per nulla breve, ma nessun dettaglio mi è sembrato futile, e sono stata molto felice della scelta tempistica che l'autrice ha fatto, infatti, si svolge in un lasso di tempo molto ampio, ma nulla è a caso, perché solo con l'amore vero, quello che non muore mai e che dura nel tempo, si può spegnere l'odio. 

Se lo consiglio? Assolutamente. L'autrice ha saputo toccare le giuste corde, ed è arrivata facilmente al mio cuore grazie alla sua scrittura, a tratti quasi poetica, che regala emozioni sempre nuove. 


Voto libro - 4 Bellissimo


Voto erotico - 3 Sexy






Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...