Ultime segnalazioni

Un imprevisto chiamato amore


Autore: Anna Premoli

Genere: Romance

27 aprile

Jordan ha collezionato una serie di esperienze disastrose con gli uomini. Consapevole di avere una sola caratteristica positiva dalla sua, ovvero una bellezza appariscente e indiscutibile, è appena arrivata a New York intenzionata a realizzare il suo geniale piano. Il primo vero progetto della sua vita, finora disorganizzata: sposare un medico di successo. Jordan ha studiato la questione in tutte le possibili sfaccettature e, preoccupata per le spese da sostenere a causa della malattia della madre, si è convinta di poter essere la perfetta terza moglie di un ricco primario piuttosto avanti con gli anni. Ma nel piano non aveva certo previsto che, il primo giorno di lavoro nella caffetteria di fronte all’ospedale, sarebbe svenuta ai piedi del dottor Rory Pittman. Ancora specializzando, per niente ricco, molto esigente e tutt’altro che adatto per raggiungere il suo obiettivo…


Salve lettrici,
Come avete passato la giornata del 25 Aprile? In compagnia di quale libro? Io, grazie alla Newton Compton Editori, l'ho passato in compagnia di un'anteprima molto interessante. Con "Un imprevisto chiamato amore" torna in libreria la ormai famosissima Anna Premoli, autrice di "Ti prego lasciati odiare". Io, grazie alla casa editrice, ho avuto il piacere di leggere il libro, in uscita il 27 aprile, in anteprima.

Jordan, ragazza di una bellezza disarmante, desidera solo un po' di serenità ma, consapevole che in lei c'è ben poco oltre la bellezza, architetta un piano infallibile per
ottenerla. Il suo piano è sposare un uomo di successo. Ma attenzione, non un uomo qualunque bensì un uomo separato, in età avanzata e con almeno qualche figlio.
Insomma, Jordan si definisce poco intelligente ma nell' architettare i piani è sicuramente portata. Il suo piano infatti è ben strutturato ed è dettato dalla sua paura più grande: fare la fine di sua madre e non riuscire a prendersi più cura di lei.
Di sua madre, ex reginetta di bellezza, ormai è rimasta solo l'ombra. Adesso è soltanto una donna affetta da Alzherimer ma per Jordan è l'unica persona cara, l'unica per cui valga la pena limitarsi. 
Nel corso del libro infatti scopriremo che, nonostante Jordan si definisce una stupida mercenaria, in lei c'è molto di più: dolcezza, fragilità e amore. 
Ma torniamo al suo piano perfetto: quale uomo migliore di un dottore che non è mai a casa? Così, decisa a sposare solo un medico, Jordan trova lavoro nella caffetteria di fronte all'ospedale, dove può sicuramente cacciare meglio la sua preda. Ma il caso vuole che, a causa di un imprevisto, Jordan cada tra le braccia del dottor Pittman. Rory, troppo bello e troppo giovane per il suo piano, viene subito colpito da questa ragazza così fragile. Da subito tra i due nasce un'amicizia vera, dettata dal bisogno che sentono di prendersi cura l'uno dell'altra. Tra Rory e Jordan, entrambi di una bellezza appariscente, nasce subito un sentimento, un affetto che poi si trasforma in attrazione. Mentre Rory insegna a Jordan che nessuno di noi è solo bellezza apparente e le fa amare la letteratura, lei sconvolge tutta la vita di Rory. Del cinico dottore resta ben poco. Lui le insegna ad amare sé stessa, dentro e fuori; lei inizia a cambiare idea sul suo piano perfetto e all'improvviso decide che non vuole dipendere da nessuno, solo da sé stessa e dall'uomo che ama.

"È questo il problema dei piani, anche di quello ben congegnati: si scontrano sempre con la sua realtà."

Per Anna Premoli sono lontani i giorni da scrittrice self-publishing, ormai è ufficialmente entrata tra le scrittrici di successo e, con questo romanzo, continuerà a scalare le classifiche italiane. 
Jordan, molto diversa dalla altre protagoniste lette, è una ragazza molto speciale che ha conquistato il mio cuore dalle prime pagine. Dotata di una bellezza sovrumana pensa di non poter avere nulla se non quello che le viene offerto grazie al suo corpo, invece è una ragazza che fa girare la testa a chiunque, non per il suo aspetto bensì per la sua dolcezza e per la sua ingenuità. È una sognatrice e il suo unico difetto è quello di non credere abbastanza in sé stessa. La sua sincerità poi è senz'altro l'elemento portante del romanzo, la chiave di ogni cosa.
Rory invece non è esattamente il principe azzurro, ma è un ragazzo semplice, realista e molto cinico. Il legame che si va a creare tra loro è perfetto proprio perché i loro caratteri si scontrano e si completano. Il loro rapporto, assolutamente imperfetto, è l'unica cosa che rende felici entrambi ed è ciò che più ho amato del romanzo.

"Perché tu vuoi che io ti appartenga..." deduco finalmente. Lei abbassa la testa con aria sconfitta. "Terribilmente."

L'autrice, con questo romanzo, vi farà sognare, riportando la vostra mente e il vostro cuore ai tempi andati. Il romanzo infatti riprende, nello stile e nel genere, uno dei film più famosi di sempre che è anche il preferito di Jordan: "Colazione da Tiffany."
L'ingenuità di Jordan e la perseveranza di Rory ricordano molto i protagonisti del classico e le frasi, che anticipano ogni capitolo, non fanno altro che catapultarci, per la millesima volta, nel film più romantico di sempre.

"Puoi essere tutto quello che desideri, a parti che tu lo prenda il mio cognome mentre lo fai."

Questo romanzo, con la sua ironia e la sua semplicità, ci farà fare una viaggio alla scoperta di noi stessi, della nostra essenza e della nostra felicità. 
Il sentimento che lega i protagonisti ci ricorda che l'amore vero ci spinge sempre a migliorare, a voler fare sempre di più, a credere in noi. Ognuno vuole meritare il rispetto e la fiducia di colui che ama. 
Esattamente come Rory merita Jordan, Jordan merita Rory. L'epilogo è perfetto, sarei rimasta molto delusa se non lo avessi trovato perché ci ricorda che, quando un libro si chiude e un film finisce, il lieto fine continua.


Voto libro - 5 Wow Meraviglioso


Voto erotico - 2 Poco Sexy






Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...