Ultime segnalazioni

Una dolce ostilità


Genere: Narrativa Contemporanea

Autore: Marianne Kavanagh


Kim ha una sola certezza: odia Harry con tutta sé stessa. Eppure è costretta ad averlo sempre tra i piedi, a vederlo ogni giorno girare per casa. Perché è il migliore amico di sua sorella. La sua famiglia lo adora, ma Kim non riesce a fidarsi di lui. Non hanno nulla in comune. Harry si occupa di finanza e la carriera sembra essere il suo unico obiettivo, mentre lei fa volontariato e lavora per un ente no profit. Sono l’uno l’opposto dell’altro e non fanno altro che discutere. Fino a quando il destino non li unisce oltre la loro volontà: devono prendersi cura insieme del nipotino di Kim. E da allora tutto cambia. Giorno dopo giorno, la ragazza scopre che Harry ha sempre indossato una corazza per nascondere il suo animo ferito. Scopre che è stato costretto a crescere troppo in fretta. E nel profondo dei suoi occhi all’improvviso intravede qualcosa che non può dimenticare. Ma a cui non riesce a credere. Non è facile per lei accettare che Harry possa essere una persona diversa. Troppa ostilità ha diviso i loro cuori per tanto tempo. Eppure nel profondo di sé stessa sente che quell’odio forse non è nient’altro che una forma di amore. Ci vuole solo coraggio. Perché a volte per trovare l’anima gemella bisogna cercare proprio lì dove meno ci si aspetta. Dopo il grande successo di Un incantevole imprevisto, per settimane in classifica in Italia, Marianne Kavanagh torna dai suoi lettori che attendevano con ansia un nuovo romanzo. Una dolce ostilità è una storia in cui l’amore gioca a nascondino. Ma arriva sempre il momento in cui è il cuore a dettare legge, in cui uno sguardo racconta più di mille parole. Non si può fermare la magia del conoscersi, dell’innamorarsi, del non perdersi mai per nessuna cosa al mondo.


“Ha un sorriso che fa sembrare il mondo un posto migliore”

Salve lettori, per me questa è la prima recensione per il blog, non siate cattivi con me!! Mi chiamo Cecilia, e da oggi, farò parte dello staff del blog, sempre se non farò gaffe! Inizio questo nuovo percorso con “Una dolce Ostilità” di Marianne Kavanagh. Di questa autrice ho letto, diverso tempo fa, “Un incantevole imprevisto” che mi era piaciuto molto, così ho deciso di leggere anche il suo secondo romanzo edito sempre da Garzati Libri. Questa storia racconta di un amore/odio tra i due protagonisti. Abbiamo Kim, una ragazza premurosa e adorabile, e Harry, sicuro di sé e spavaldo. L’unica certezza che ha Kim è che odia Harry, odia tutto di lui, il rapporto che ha con sua sorella Eva, il suo lavoro, la sua sicurezza. Ma cosa avrà mai fatto Harry per meritare tutto ciò? Sono completamente diversi, eppure sembra che il destino abbia un piano diverso per loro, il loro destino è crudele e unisce le loro strade quando dovranno entrambi prendersi cura del nipotino di Kim. Ma le cose non sono mai come sembrano, tutto sta cambiando , come il loro rapporto. Harry è molto di più di un arrogante ragazzo ricco e dentro di sé Kim sta scoprendo che forse tutto quell'odio era l’unico modo che conosceva per nascondere l’amore che invece era già dentro di sé. Ora entrambi devono farsi coraggio e affrontare quel destino che sembra avere molti progetti per loro.

“Cambia le cose che puoi, accetta quelle che non puoi cambiare e sii abbastanza saggia da capire la differenza.”

Lettori, che dire, la trama mi aveva convinta subito e non ci ho pensato due volte ad acquistarlo, ma devo dire che invece mi sono pentita. Mi aspettavo molto di più, anzi sono sicura che questi due personaggi avrebbero potuto darmi molto di più. Mentre leggevo mi chiedevo in continuazione quando sarebbe arrivata la svolta e sono arrivata alla fine senza accorgermene.
È stato sempre molto piatto, scorrevole si, ma molto piatto. Mi aspettavo una svolta, mi aspettavo più movimento. Kim aveva il carattere giusto per creare un po’ di confusione, un po’ di scompiglio nella vita quasi perfetta di Harry e invece, arriva il finale e ti chiedi: Di già? Cosa mi sono persa? La storia d’amore che io cercavo è secondaria, quasi inesistente e non ci sono state emozioni, non c'è ci è stato niente. Mi aspettavo molto di più, ma consiglio ugualmente di leggerlo, perché come ben sapete non tutti abbiamo gli stessi gusti. Alla prossima, vi bacio. Cecilia.


Voto storia - 3 Bella





Nessun commento:

Posta un commento