Ultime segnalazioni

Nerve



Genere: Young Adult/ Thriller

Autore: Jeanne Ryan

In uscita il: 01/09/2016 


 Per sopravvivere a questo gioco devi solo osare

Da questo libro il film Nerve con Emma Roberts, Juliette Lewis e Dave Franco
In autunno nei cinema

La tua vita è in gioco

Quando Vee viene selezionata come concorrente per il gioco in diretta online Nerve, scopre che il gioco la conosce. Gli organizzatori l’hanno attratta e convinta a partecipare con premi allettanti e con la promessa di fare coppia con il ragazzo perfetto, il brillante e sensuale Ian. In un primo momento Nerve si rivela incredibilmente divertente: i fan di Vee e Ian tifano per loro e li spingono ad alzare la posta con imprese sempre più rischiose. Ma il gioco ha una svolta poco chiara quando i partecipanti vengono indirizzati verso una località segreta con altri cinque giocatori per il round del Grand Prize. Improvvisamente stanno giocando il tutto per tutto e in palio c’è la loro vita. Fino a che punto il sangue freddo di Vee la sosterrà per andare avanti?





Ciao ragazze,
oggi vi parlo di un romanzo che ha scalato in fretta le classifiche straniere e da cui è stato persino tratto un film, "Nerve" di Jeanne Ryan, uno young adult mischiato al thriller tecnologico che ci ricorda vagamente le dinamiche di Hunger Games. Bene, venite a leggere cosa ne penso se siete interessate. Vee frequenta il liceo, non ha una vita emozionante e divide il suo tempo tra la scuola, il teatro e casa sua. I genitori le stanno addosso e le impongono il coprifuoco e diverse restrizioni perchè credono che abbia tentato il suicidio e non vogliono crederle quando dice che è stato un incidente.
Ha una amica del cuore, Sydney, che è esattamente il suo opposto: esibizionista, sfacciata e sempre sotto i riflettori. Anche con il teatro, mentre Vee si occupa di tutto quello che ha a che fare con il dietro le quinte, Sydney invece è la star dello spettacolo insieme al meraviglioso Matthew, di cui Vee è stracotta.
Vee è stanca di essere considerata quella che non vive il brivido e decide di partecipare ad un gioco on line che spopola tra i teen agers, Nerve. Il gioco consiste nel portare a compimento una serie di sfide che i gestori del gioco comunicano di volta in volta ai partecipanti. I premi sono vari e sono tutte cose che i partecipanti aspirano ad avere, dal paio di scarpe introvabile al denaro, fino ai corsi universitari pagati. Ad accompagnare Vee nella prima sfida è l'amico nerd Tommy, che cerca di persuaderla a non fare questa sciocchezza, ma visto che non ci riesce almeno si assicura che non corra rischi.
Dopo la prima sfida e il conseguente successo dovuto al numero di visualizzazioni, Vee si sente euforica e decide di andare avanti. E' così che incontra un ragazzo tanto bello quanto misterioso che i gestori del gioco le affiancano per portare avanti le sfide. Tra di loro nasce una elettrizzante sintonia, portano a termine le sfide proposte e guadagnano i loro premi, ritrovandosi così sempre più uniti tra loro e amati dal pubblico delirante di Nerve. Arrivano insieme alla sfida finale, dove il gioco si fa duro e dove gli altri sfidanti prescelti si dimostrano svitati senza nulla da perdere.
Vee ha paura, la situazione è tragica, non pensa di farcela, non c'e' modo di continuare. Eppure le parole di Ian le danno coraggio e la fanno sentire più forte, sicura. Ma davvero Ian crede in lei? E' chi dice di essere? I partecipanti quanto saranno disposti a rischiare pur di vincere il loro premio finale? Vale la pena mettere in gioco le loro vite per il divertimento di un pubblico crudele? Andate a scoprirlo.
Ho trovato piacevole la lettura di questo romanzo. E' scritto bene, il ritmo di lettura è incalzante e ti sprona ad andare avanti per scoprire quali nuove sfide Vee debba affrontare. Lo stile è giovanile e brillante come anche i dialoghi.
La tecnologia fa da padrona e l'utilizzo della comunicazione attraverso i cellulari rende la lettura più veloce e non toglie niente alla scorrevolezza. Il tema trattato è attuale e ci mette sotto gli occhi, ancora una volta, quanto sia pericoloso l'uso della tecnologia fine a se stesso. Ci rendiamo conto di come sia facile manipolare la mente degli adolescenti attraverso mezzi che utilizzano praticamente tutto il giorno. Io sono assolutamente pro tecnologia e compagnia bella, ma non posso girare le spalle alla realtà purtroppo sempre più pericolosa a cui siamo esposti. I ragazzini di oggi si buttano in tutte queste " Challenge" per dimostrare Dio solo sa che cosa e nel romanzo è sottolineato quanto sia alto, a volte, il prezzo da pagare. Ma per non divagare troppo, non è questa le sede, torniamo a Nerve.
Sebbene quanto scritto sopra, sono rimasta un pò male a causa di alcuni interrogativi, che tali sono rimasti alla fine del romanzo. Se non è previsto un continuo, allora devo proprio dire che la fine è sconclusionata o, forse, di libera interpretazione.
Tutto il romanzo è ben dettagliato, ma quando arriviamo alla sede della sfida finale, dove sette ragazzi devono passare le ultime tre ore sfidandosi per ottenere ciò che vogliono, tutto diventa troppo raffazzonato. Ad essere onesti solo gli ultimi 45 minuti di queste tre ore, che poi sarebbero quelli conclusivi, dove ognuno di noi si aspetta un gigantesco colpo di scena che non arriva. Mentre leggevo, mi sono fatta i miei soliti film, quelli che mi partono in testa ogni volta che c'e' un mistero da svelare, ho pensato un pò di tutto e alla fine ... boh! I miei film mentali erano finali migliori di quello reale.
In un romanzo il finale è tutto, che sia lieto o straziante, che sia esaustivo o appeso, deve per forza lasciare qualcosa. Qui manca e se ne sente la mancanza.
Ve ne consiglio la lettura perchè, a parte quell'unica pecca, merita.
Non andate a guardare il film prima, è parecchio diverso e nonostante ciò più adrenalinico.
Se vi aspettate qualcosa alla Hunger Games, scordatevelo! A grandi linee è quel genere, ma non lo eguaglia ne si avvicina.
Buona lettura. 


Voto libro - 3 ½  Più che bello







1 commento: