Ultime segnalazioni

La ragazza dai due volti


Genere: Thriller 

Autore: Kathryn Croft 

 Leah Mills vive una vita da fuggitiva inseguita dal ricordo di un avvenimento terribile del suo passato. Conduce un’esistenza in disparte, sola e senza amici, finché non incontra Julian e per la prima volta intravede la possibilità di un futuro normale. Fino a quando, nel quattordicesimo anniversario di quel giorno maledetto, riceve un biglietto inquietante e misterioso. Qualcuno conosce la verità su quanto è successo. Qualcuno che non smetterà di tormentarla fino a quando non sarà riuscito a distruggere la vita che Leah si è creata. Ma Leah è davvero quella che sembra? Oppure si merita tutto ciò che le sta succedendo? Tutti hanno dei segreti. Ma alcuni sono mortali.

 Salve lettori! Come vanno le vostre vacanze? Io, tra una nuotata al mare e un bel gelato, mi sono dedicata alla lettura di un thriller: "La ragazza dai due volti" di Kathryn Croft. Edito dalla HarperCollins Italia, che ringrazio per averci inviato il cartaceo e avermi così dato la possibilità di leggerlo, è il primo romanzo di questa autrice portato in Italia. Scelta saggia? Scopriamolo... La protagonista del romanzo è Leah Mills, una
ragazza quasi trentenne che vive sola in uno squallido appartamento, senza famiglia né amici. Tutto ciò che la circonda sono libri. Leah vive in mezzo ai libri e vive grazie a loro, sono l'unica cosa che riescono a distrarla dalla sua vita che, in fondo, vita non è. L'unica cosa che collega Leah al mondo esterno è il suo lavoro in biblioteca ma appena finisce il suo turno, Leah se ne torna a casa, sola.  Non ha distrazioni, non ha amici, non ha un fidanzato. Non ha assolutamente niente. Ma è lei a desiderarlo o è costretta a vivere così?
Dopo quattordici anni da un terribile evento, Leah desidera ricominciare e costruirsi finalmente una vita con amici e magari un fidanzato, cose che si è sempre negata per il senso di colpa legato a quell'evento, ma quando inizia a provarci una lettera e altre minacce le impediscono di avverare quel desiderio.  Da questo momento in poi per la protagonista inizia una sorta di corsa contro il tempo con il suo stalker. Per Leah diventa una battaglia non solo per liberarsi da una minaccia sconosciuta, ma anche per liberarsi dal peso del passato e finalmente incominciare a vivere.  

"Sapevo che per me era dannoso rimuginare su eventi che non potevano essere cancellati, e di solito non lo facevo, perché mi ero costruita una specie di guscio nella mia nuova vita. Ogni volta che qualcosa minacciava di ricordando quei fatti, la respingevo con violenza. Ma quel giorno era diverso. Mi costringeva a ricordare. Mi aiutava a ricordare."

La storia si sviluppa tra passato e presente, in un viaggio tra il 2000 e il 2014, l'anno dell'evento orribile capitato a Leah e l'anno in cui compare il misterioso stalker che vuole ricordarle e vendicare in tutti i modi ciò che ha fatto Leah quattordici anni prima. Ma questa punizione è meritata o meno dalla nostra protagonista? Lei è una carnefice oppure è una vittima sia oggi che quattordici anni fa? Non posso dirvi altro, lettori. Questo romanzo è una catena. Tutti gli eventi, presenti e passati, sono collegati e hanno senso solo se associati. Tutto ciò che accade nel 2014 può avere un senso solo cercando la spiegazione nell'adolescenza della protagonista.  Leah, la nostra protagonista, è un personaggio interessante. Ha vissuto per quattordici anni sola senza amici, senza amore, senza distrazioni, tutto per il senso di colpa di un evento terribile che, attraverso i flashback, ci verrà raccontato. La cosa che più mi è piaciuta della protagonista è stata che dopo aver ricevuto quelle minacce non si è lasciata scoraggiare o impaurire, ma ha preso coraggio, ha rivissuto tutti quei ricordi dolorosi che ha sempre cercato di buttare nel dimenticatoio e ha iniziato ad indagare per trovare il suo stalker. Tutto perché dopo quattordici anni ha deciso di voler cambiare, di non vedere la vita passare senza poterne decidere che fare. Di farsi delle amicizie e magari trovare l'amore, di creare legami e crearsi una casa calda e confortevole, non più spartana e fredda. Lettori, ammetto di essere stata indecisa su questo libro per buona parte della lettura. È stata una lettura abbastanza lenta perché abbiamo prima una sorta di preambolo, snodato tra passato e presente, che ci fa conoscere la vita della protagonista e che, come ho detto prima, ci permette di arrivare alla spiegazione e alla conclusione della storia. Il fatto è che sembrava che questa spiegazione non arrivasse mai. Però quando arriva, lettori, quando arriva ti lascia con la bocca spalancata, sconvolti, increduli. Arrivata a quell'evento terribile che tanto ha cambiato la protagonista non riuscivo a tenere un'espressione neutra, il mio volto mutava espressione insieme alla lettura. È davvero impossibile rimanere impassibili di fronte agli eventi che la scrittrice ci pone davanti. Miei cari lettori, non posso dire che "La ragazza dai due volti" sia un thriller meraviglioso, ma sicuramente merita di essere letto, e se la HarperCollins deciderà di portare in Italia altri libri di questa scrittrice, trama permettendo, li leggerò sicuramente. Baci

Voto storia - 3 Bello 

 



2 commenti:

  1. Ciao Erika grazie per questa bella recensione, non penso di inserire questo libro fra le prossime letture ma in caso dovessi tornare in thriller mood lo prenderò in considerazione ❤️

    RispondiElimina
  2. Ciao Ely, grazie mille. Sono convinta anche io che con i thriller bisogni avere la "testa giusta", ma sono contenta che con la recensione te l'abbia fatto piacere ❤️

    RispondiElimina