Ultime segnalazioni

A Second Life: Quando la neve si scioglie


Autore: Alice Elle

Genere: Romanzi Rosa

3 Aprile

Una telefonata ha distrutto il matrimonio perfetto di Elena. Una sola frase è bastata perché l’amore per il marito si trasformasse in una ferita infetta, un peso insostenibile che la trascina a fondo. L’unica soluzione sembra prendere un aereo e partire, mettere centinaia di chilometri tra se stessa e una realtà che non è in grado di sopportare, alla ricerca di una pace che sembra inesorabilmente perduta. Il destino, però, ha in serbo qualcosa di diverso. Elena approda in una terra ricoperta di ghiaccio e incontra un uomo che in quel gelo ha nascosto la propria anima, per non dimenticare, per espiare…  Gli occhi di ghiaccio di Mikhail la scrutano, la inchiodano, la spogliano di ogni maschera. Tuttavia, quel ghiaccio brucia più del fuoco e, quando la neve si scioglie, la vita è pronta a germogliare.


Buongiorno dolcezze,
sono sicura che se vi chiedessi dove eravate l’11 settembre 2001, il 99% di voi mi saprebbe rispondere in meno di un minuto. Ma se vi chiedessi cosa stavate facendo il 26 aprile 1986? Forse, solo quelle diversamente giovani come me avrebbero una risposta. Io mi ricordo che un mese dopo ho fatto la mia Prima Comunione, che non abbiamo mangiato né verdura né pesce, che a giocare a fare castelli nella terra o ad uscire senza ombrello se pioveva, non ci si pensava nemmeno.
Se vi dico “Černobyl”, ecco che a gran parte di voi si accenderà una lampadina ed è proprio di questo disastro ormai dimenticato che ci parla Alice Elle in “A second life - Quando la neve si scioglie”.

Una telefonata ha distrutto il matrimonio perfetto di Elena. Una sola frase è bastata perché
l’amore per il marito si trasformasse in una ferita infetta, un peso insostenibile che la trascina a fondo. L’unica soluzione sembra essere prendere un aereo e partire, mettere centinaia di chilometri tra se stessa e una realtà che non è in grado di sopportare, alla ricerca di una pace che sembra perduta per sempre.
Il destino, però, ha in serbo qualcosa di diverso. Elena approda in una terra ricoperta di ghiaccio e incontra un uomo che in quel gelo ha nascosto la propria anima, per non dimenticare, per espiare… 
Gli occhi gelidi di Mikhail la scrutano, la inchiodano, la spogliano di ogni maschera. Tuttavia, quel ghiaccio brucia più del fuoco e, quando la neve si scioglie, la vita è pronta a germogliare.
Elena e Mikhail hanno provato sulla loro pelle la perdita, sono dei sopravvissuti, ma mentre Elena cerca un modo per accettare il suo dolore, Mikhail ne è terrorizzato, non crede di meritare la felicità, soffre della sindrome del sopravvissuto e cerca in tutti i modi di tenerla lontana dal suo cuore.

«Tu mi completi, Mikhail. Mi arricchisci in così tanti modi che non sono in grado di spiegarlo. Il mio cuore vorrebbe dirti: sì, desidero restare qui per sempre! Ma allo stesso tempo è tutto così diverso da quello che conosco, da quello che mi aspetto dall’amore, che ho paura di sbagliare tutto.»

E’ una storia di sofferenza, mi sono commossa più di una volta per la forza che dimostrano i due protagonisti, ho sentito il loro dolore come fosse il mio. Ma è anche una storia di speranza, ed Alice Elle ce l’ha raccontato con una delicatezza infinita, alternando il racconto tra Elena e Mikhail, affrontando un argomento non certo leggero come il lutto ed un disastro nucleare finito nel dimenticatoio, ma che purtroppo continua a mietere tante, troppe vittime.
Con questo libro Alice Elle fa il suo esordio letterario, sono veramente felice che abbia superato la fase del “ci sono autrici più brave di me” e che ci abbia regalato questa piccola, grande perla.

Buona lettura!

MICAELA 


Voto storia - 4 Bellissima




1 commento: