Ultime recensioni

Con te o senza di te


Autore:  Jules Hofman

Genere: Romance

12 aprile

Una storia intensa ed emozionante
L’orrore della malattia raccontato con delicatezza e umanità, attraverso una storia d’amore che è un inno alla voglia di vivere
Allison ha ventisette anni e vive a New York. Lavora al Blusher come ragazza immagine, ma è molto determinata a concludere i suoi studi: ha come traguardo una laurea in Medicina e porta avanti un tirocinio nel reparto di Oncoematologia. Una sera conosce Benjamin e lascia che quel ragazzo dal fisico atletico e lo sguardo magnetico rappresenti una distrazione dai suoi obiettivi. Eppure, una notte che doveva rimanere solo un’avventura, in Allison scatena qualcosa di completamente inaspettato. Vuole di più da quel misterioso ragazzo riservato, desidera frequentarlo al di fuori di un letto. Quello che Allison non sa è che a causa di un cancro recentemente diagnosticato Ben ha dovuto lasciare la sua squadra e rinunciare al sogno di essere l’acclamata stella del rugby americano che tutti vedevano in lui. I tentativi di respingere Allison, comunque, saranno inutili e ben presto i due si ritroveranno travolti da un sentimento che li porterà a lottare insieme contro il nemico subdolo della malattia, sicuri del fatto che ogni istante insieme vada goduto al massimo.

Salve lettori, 
ho appena finito di leggere "Con te o senza di te" di Jules Hofman, edito Newton Compton. Allison sta per laurearsi in medicina e nel frattempo si mantiene lavorando in un bar in cui, oltre servire ai tavoli, balla.
Una sera incrocia lo sguardo di un ragazzo stupendo e, dopo aver ballato per lui, finisce la serata nel suo letto. Ciò che inizia come un'avventura diventa una piacevole "abitudine", anche se lui sembra non voler andare oltre questo rapporto fisico. Nasconde qualcosa e dopo un po' la pazienza di Allison finisce. Un giorno, mentre fa tirocinio all'ospedale, scopre che Ben ha una malattia ed è per questo che non vuole legarsi a lei sentimentalmente. Nonostante lui provi a 
non stare con lei, diventa inevitabile e così decidono di vivere i giorni che rimangono godendoseli a pieno. Ma la vita non è sempre facile e quella di Allison e Ben lo sarà anche meno.
Quando ho scelto di leggere questo libro ero pronta a soffrire. E finita la storia pensavo di aver letto un libro per un altro. Allison studia e lavora per raggiungere il suo traguardo. Quando incontra Ben prova a viversi una serata di solo sesso per la prima volta. Il pensiero di Ben, però. si insinua sempre di più nella sua testa per questo, quando scopre la sua malattia, non può abbandonarlo. Fin dall'inizio il loro incontro e i loro dialoghi non mi hanno trasmesso nulla. Sono piatti e inutili, avrei potuto saltarli tranquillamente e non mi sarebbe mancato nulla. 
In più sembra mancare la parte quando i due protagonisti diventano qualcosa di più, all'improvviso non possono fare a meno l'uno dell'altro. La cosa surreale, però, è che quando lei scopre la sua malattia non rimane nemmeno per un attimo interdetta. La cosa normale sarebbe pensare che sta per innamorarsi di una persona che potrebbe morire, nel peggiore delle ipotesi, che sarebbe un dolore straziante, e invece niente. So che può sembrare un pensiero cinico ma perdere qualcuno è una cosa che non si supera facilmente. Mentre lei si lancia in questa relazione senza alcun dubbio. Ben è uno sportivo che è stato allontanato dalla sua squadra a causa dei suoi problemi fisici. 
Non vuole accettare di dover lasciare il suo gruppo solo perché il suo corpo non fa ciò che riusciva a fare fino a qualche mese prima. Il suo accanimento è ammirevole. Sfoga nell'arte la sua rabbia, la sua frustrazione e il dolore per quello che sta accadendo nella sua vita. 
Forse posso capire l'attaccamento che ha nei confronti di Allison, perché ha tanta voglia di vivere e per un giovane uomo una bella donna è uno stimolo a vivere e a odiare la sua condizione. Prova a starle lontana ma non ci riesce ed è per lei che dopo tanti dubbi decide di lottare e di vivere. Passerà dei momenti davvero brutti riservatigli dalla sua malattia; mi è dispiaciuto davvero tanto leggere di come un ragazzo atletico possa perdere il controllo del suo corpo. La parte che forse mi ha fatto un po' stare in ansia sono gli ultimi capitoli, ma quasi nulla mi ha lasciato a bocca aperta. La narrazione si alterna tra il flusso di coscienza di Allison e quello di Ben, così da metterci nei loro panni nell'affrontare le situazioni che li ostacoleranno. Alcune questioni vengono chiarite o risolte in modo troppo veloce per dar loro importanza.
Mi aspettavo davvero tanto da questo libro, ho scelto anche lo stato emotivo adatto calcolando che ne sarei uscita distrutta e invece mi ha deluso. Sono veramente dispiaciuta di non aver trovato ciò che cercavo, spero che per voi sia un'esperienza diversa. Buona lettura.


Voto libro - 2 ½  Carino





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...