Ultime segnalazioni

Cherry


Autrice:  Lindsey Rosin

Genere: Young Adult

20 Giugno

Quattro amiche decidono di perdere la verginità prima della fine del liceo. A lanciare l'idea è Layla, per la quale il sesso è solo l'ennesimo punto da aggiungere alla lista "cose-da-fare-prima-della-maturità". Sulle prime le amiche sono perplesse, ma alla fine tutte ammettono che è anche il loro desiderio e che realizzarlo insieme potrebbe essere divertente...


Care Readers, 
Vi scrivo da bordo piscina perché ho il bisogno di parlarvi di uno Young Adult, donatomi dalla Piemme, che mi ha emozionato davvero. 
"Cherry - C'è una prima volta per tutto" di Lindsey Rosin è uno di quei libri che meritano di essere letti per la loro semplicità e bellezza.
Zoe, Alex, Emma e Layla non potrebbero essere più diverse, ma le accomuna il fatto di essere amiche del cuore da una vita, soprannominate Banda. Layla, in una loro riunione a base di yogurt, rituale della domenica, propone di fissare la maturità come traguardo per perdere la verginità. Sono tutte d'accordo pur di fare una cosa tutte insieme, anche se l'unica ad avere un ragazzo è solo Layla. Ma si sa che le cose al liceo cambiano e anche la più ritrosa dovrà adeguarsi a questo patto. 
Dire che questo libro mi è piaciuto è sminuirlo. Credevo di lanciarmi in una storia innocente, fatta di amicizie e prime amori. Ma non è stato proprio così, prima però voglio presentarvi le protagoniste.

"Era speciale.Quel momento.
Quella magia.Quella amicizia.
Quello straordinario periodo della loro vita.
Sapevano che non poteva durare per sempre, ma già 
sentivano che faceva parte di loro, come se si fosse piantato 
nei loro cuori, si fosse fuso nelle loro menti e nel profondo 
delle loro anime in modo irrevocabile. 
Era quello, ed era tutto."

Layla è una ragazza che ha bisogno di controllare tutto, organizzare e schematizzare. Per questo quando decide di perdere la verginità con il ragazzo con cui sta da due anni, organizza il giorno esatto. Il patto è arrivato senza preavviso quando un giorno, alla solita riunione della Banda, decide che è 
un'ottima idea. Zoe è la più pudica, non riesce nemmeno a parlare di queste cose figuriamoci a farle, ma essendo una cosa da fare tutte insieme non vuole tirarsi indietro. Non si vede molto carina a causa dei suoi capelli rosso fuoco, ricci e crespi per questo cerca di non dare nell'occhio ancora di più.
Alex è un'atleta, il suo obiettivo è battere il record scolastico. È molto bella e per questo motivo viene etichettata, per invidia, come una poco di buono. In realtà è una ragazza molto dolce e anche se non parla molto non significa che sia insensibile al bullismo a cui è sottoposta. 
Emma è la più incasinata, non fa altro che pensare, pensare e pensare. Ha una sola passione, le labbra delle persone che incontra. Le piacerebbe baciarle tutte, tra cui quelle di Nick, il caporedattore del giornale, anche se le sue le ha già assaggiate ad alcune feste. Ma se poi iniziano a piacerle anche le labbra della sua collega Savannah sarà ancora più confusa.
Non c'è stata un solo lato che non ho amato di queste protagoniste, insieme cercano di superare i pregiudizi, le emozioni, i tradimenti e la maturità. Come dicevo prima non sono del tutto innocenti, hanno già superato alcuni step dello stare con un ragazzo ma al sesso non sono mai arrivate. L'autrice riesce a trattare vari argomenti senza risultare pesante ma solo reale. Il sesso, la masturbazione, l'omosessualità, le paure del futuro sono tutti temi che effettivamente i ragazzi affrontano. La narrazione passa per tutte e quattro le ragazze senza creare un minimo di confusione nel lettore, anzi avremo modo di leggere anche la loro chat privata in cui si aggiornano.
Non vorrete smettere di leggere questo libro per nessuna ragione, io lo avrei voluto leggere anche sotto la doccia, ma mi è stato impossibile. Consiglio questo libro a tutti, nessuno escluso, perché merita davvero di essere letto e riletto. Venite a farvi un giro con la banda e a mangiare uno yogurt con loro. Buona lettura.


Voto libro - 4 ½ Stupendo





Nessun commento:

Posta un commento